Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Riflessioni sulla storia, iniziative per il “Giorno della Memoria”

Giorno della Memoria, un percorso di riflessione ed educazione, promosso dal Comune di Verona

Nel rispetto e nell’onore dei tragici avvenimenti del passato, in particolare la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz il 27 gennaio 1945, l’Amministrazione di Verona ha organizzato un’ampia gamma di attività. Queste iniziative, che si estendono dal 12 gennaio al 4 febbraio, coinvolgono diverse istituzioni e associazioni, facenti parte del Comitato Unitario per la Protezione delle Istituzioni Democratiche.

Il 26 febbraio diverrà un momento centrale in questa serie di eventi, con una vasta gamma di programmi educativi e commemorativi. Tra le novità di quest’anno, il “Carro della Memoria” farà il suo ritorno in Piazza Bra dal 22 gennaio. Il Giorno della Memoria, ricorrenza annuale del 27 gennaio, è un’occasione per riflettere sulle vittime dell’Olocausto e per ricordare l’importanza della memoria storica.

Quest’anno, Verona propone ai giovani, soprattutto agli studenti delle scuole superiori, una serie di workshop e visite educative, pianificate per il 26 gennaio. Queste attività mirano a stimolare il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei giovani, invitandoli a un pensiero critico sui tragici eventi che hanno segnato il ‘900.

Questo progetto vede la collaborazione di scuole, università, archivi statali e varie associazioni, tra cui i Figli della Shoah, la Comunità ebraica, l’ANED e l’ANPI di Verona, e l’Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea.

Jacopo Buffolo, assessore alla Memoria storica, sottolinea l’importanza del Giorno della Memoria come momento di riflessione sulla facilità con cui la dignità umana può essere calpestata, sulla violenza sistematica e sul massacro di intere popolazioni, come accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale. L’obiettivo è promuovere la consapevolezza e l’impegno contro le violenze sistemiche e le violazioni dei diritti umani che continuano a verificarsi nel mondo.

Elisa La Paglia, assessora alle Biblioteche e alle Politiche educative, ha descritto l’impegno della Biblioteca Civica nelle celebrazioni, in particolare con la mostra “Tracce e memorie del Ghetto”, una collaborazione con l’Archivio Comunale e curata da Valeria Rainoldi.

Le celebrazioni prenderanno il via il 26 gennaio con la deposizione di corone di alloro al Monumento ai Deportati in piazza Bra, seguite da interventi ufficiali e dalla consegna delle medaglie d’onore a cittadini italiani deportati nei lager nazisti. La giornata proseguirà con interventi ufficiali e altre cerimonie commemorative.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

con un piano di investimenti che promette una trasformazione entro l'estate 2025....
Un'esperienza gastronomica unica nel cuore di Verona, dove il piacere della compagnia e del cibo...
Verona Tomorrow