Verona Tomorrow
Accedi

Verona si rinnova, il futuro di Forte Santa Caterina

Un nuovo polo di social housing e spazi verdi in città

Il progetto di rinnovamento della zona di Forte Santa Caterina a Verona prende forma con un approccio rivoluzionario, focalizzando l’attenzione sulla creazione di un ampio spazio verde e sullo sviluppo di un quartiere all’avanguardia dedicato all’abitazione sociale.

Questa iniziativa, che avrà inizio con le demolizioni a marzo, mira a trasformare l’area in un centro vivace di residenza e lavoro, privo di barriere architettoniche. Secondo le ultime notizie dal municipio veronese, il piano definitivo per questa trasformazione è stato approvato, enfatizzando un rispetto per l’ambiente naturale e una rigenerazione integrata dell’area.

Il comune di Verona punta forte su questo progetto, visionando la creazione di un distretto sostenibile e “europeo” che enfatizza sia il verde che l’inclusione sociale. La nuova versione del piano di sviluppo, presentata di recente, mostra una netta evoluzione rispetto alle proposte precedenti, con un’enfasi sulla coerenza ambientale e l’aderenza ai principi di housing sociale. Questo cambiamento porta a una significativa valorizzazione degli spazi verdi, che arriveranno a coprire circa 76.000 metri quadrati lungo l’Adige, e a una riduzione dell’area edificata.

Una delle caratteristiche salienti del progetto è la gestione partecipativa delle attività nell’ampia zona, riflettendo l’impegno dell’amministrazione verso il coinvolgimento e l’ascolto nella realizzazione di progetti di interesse collettivo. Un appello sarà presto lanciato alle realtà del terzo settore per unirsi a questa visione integrata e collaborativa. Il Comune sottolinea inoltre l’importanza dell’area verde, che sarà resa più accessibile e fruibile per tutti i cittadini, trasformando Forte Santa Caterina in un luogo aperto e vivace durante tutto l’anno.

Con la conclusione delle indagini ambientali e di rischio, il progetto entra ora nella sua fase esecutiva, mirando a completare i lavori entro il 31 marzo 2026. I primi interventi includeranno demolizioni e la costruzione di alloggi di social housing, oltre al restauro del Forte. Il progetto beneficia di un finanziamento di 15 milioni di euro dall’Unione Europea, nell’ambito del Programma nazionale per la qualità dell’abitare, e del Pnrr. L’obiettivo è di integrare l’area nel tessuto urbano, valorizzando il verde e creando percorsi ciclopedonali e spazi per la comunità.

L’iniziativa di Social Housing, come spiegato dall’assessora alle Politiche sociali, si concentra sulla creazione di case accessibili per persone con diverse fragilità, inserendole in un contesto lavorativo e di vita attivo. La visione è quella di rendere Forte Santa Caterina un polo di attrazione non solo per i residenti, ma anche per i visitatori, grazie a una varietà di iniziative e attività. Per la realizzazione di questo ambizioso progetto, sono coinvolti tre studi specializzati che lavoreranno su diversi aspetti del piano, dall’urbanistica all’abitazione sociale, fino al restauro del Forte.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una settimana di sport e cultura per giovani e famiglie nel cuore di Verona...
Un viaggio dalla sua origine romana a teatro lirico all'aperto, attraverso monumenti storici e piazze...
Verona Tomorrow