Verona Tomorrow
Accedi

Innovazione all’aereoporto Catullo di Verona: si passerà al varco con la CIE

Passando la Carta d'Identità Elettronica al varco verranno ridotti in maniera significativa i tempi di attesa

A partire dal mese di gennaio, l’Aeroporto Catullo di Verona, insieme agli aeroporti di Venezia e Treviso, ha implementato un sistema avanzato nei suoi e-gate, varchi automatizzati di polizia di Frontiera. Questi varchi ora sono in grado di leggere le carte d’identità elettroniche italiane, oltre ai passaporti elettronici, offrendo un servizio innovativo ai passeggeri in partenza e arrivo da paesi extra-Schengen.

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha introdotto questa innovazione per i cittadini italiani maggiori di 14 anni in arrivo e partenza verso 15 destinazioni specifiche. Ora è possibile utilizzare la carta d’identità elettronica rilasciata dopo il 7 febbraio 2018 per i viaggi verso i seguenti Paesi: Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Egitto (per viaggi turistici organizzati), Georgia, Irlanda, Kosovo, Macedonia del Nord, Moldavia, Montenegro, Romania, Serbia, Tunisia (per viaggi turistici organizzati) e Turchia.

Espansione dell’efficienza

Questa implementazione è stata possibile grazie all’aggiornamento degli e-gate presso l’Aeroporto Catullo, che ora vanta 6 di questi varchi (3 alle partenze e 3 agli arrivi). Il Marco Polo a Venezia dispone di 24 e-gate (12 alle partenze e 12 agli arrivi), mentre il Canova di Treviso ha 3 varchi nella zona partenze, con altri 3 previsti in sala arrivi entro febbraio.

Riduzione dei tempi di attesa

Questo aggiornamento rivoluzionario accelera notevolmente le procedure di controllo dell’identità dei passeggeri, riducendo i tempi di attesa. I viaggiatori diretti verso le destinazioni menzionate possono ora godere di un’esperienza più veloce ed efficiente all’aeroporto, grazie all’uso delle carte d’identità elettroniche italiane.

Ulteriori considerazioni

Per quanto riguarda i Paesi extra-Schengen non inclusi nell’elenco sopra menzionato, l’utilizzo del passaporto elettronico rilasciato dalla Questura rimane obbligatorio. L’introduzione di questa tecnologia all’Aeroporto Catullo rappresenta un passo avanti nella modernizzazione delle procedure di viaggio e offre maggiore comodità ai passeggeri.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Strategie di vigilanza urbana, autovelox, telelaser e UMP a tutela dei cittadini...
La vicepresidente della Regione del Veneto, Elisa De Berti, illustra i dettagli dell'importante intervento infrastrutturale....
Una Start-Up scaligera combatte lo spreco alimentare con una birra leggera e nutriente fatta con...
Verona Tomorrow