Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Iniziativa regionale rinnovata contro l’Esposizione ai PFAS

Nuove direttive per il monitoraggio sanitario ampliano la lotta contro la contaminazione da PFAS

La Regione ha recentemente ratificato l’estensione del suo programma di vigilanza sanitaria relativo agli individui esposti ai PFAS. L’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha illustrato che tale decisione permetterà un monitoraggio prolungato della diminuzione dei PFAS nei corpi degli individui più vulnerabili. Sotto la direzione dell’Assessore Lanzarin, la Giunta regionale del Veneto ha sancito una risoluzione che determina le linee guida per la prosecuzione di questo essenziale piano di sorveglianza.

Le entità sanitarie Ulss 8 Berica e 9 Scaligera hanno concluso la prima fase di inviti rivolti alla popolazione idonea e sono attualmente impegnate nella seconda fase. Dati regionali indicano che, in coloro che hanno partecipato a entrambe le fasi, si è verificata una riduzione media del 65% nei livelli di PFOA nel siero tra la prima e la seconda fase.

L’Assessore Lanzarin ha sottolineato che, nonostante questa significativa diminuzione, che evidenzia l’efficacia delle azioni intraprese per ridurre l’esposizione, persiste un segmento della popolazione con livelli di PFAS nel siero ancora al di sopra dei limiti standard. Pertanto, è stata ritenuta necessaria la continuazione della vigilanza sanitaria.

La recente delibera stabilisce che gli individui con livelli di PFAS nel siero superiori ai valori standard alla seconda fase saranno nuovamente contattati dalle autorità sanitarie locali. Dovranno sottoporsi, dopo almeno 36 mesi, a nuove analisi dei PFAS e ad altri test previsti dal Piano, senza alcun costo. Analogamente, i residenti della cosiddetta Area Arancione con livelli elevati di PFAS saranno invitati a effettuare nuovamente i test dopo 36 mesi dal primo esame.

L’Assessore Lanzarin ha concluso affermando che questa misura garantirà un monitoraggio costante della riduzione dei PFAS nei soggetti più a rischio, confermando l’impegno continuo e metodico della Regione nella gestione di questa tematica.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow