Verona Tomorrow
Accedi

Scomparsa di Giulia e Filippo: ricerche in corso tra Treviso, Belluno e Pordenone

Elicoterri e sommozzatori continuano le ricerche dei due 22enni scomparsi. Visti per l'ultima volta a Vigonovo: le ricerche principalmente nelle province di Treviso, Belluno e Pordenone, ma anche nella zona della Riviera del Brenta

La scomparsa di Giulia Cecchettin e Filippo Turetta, due giovani di 22 anni, continua a preoccupare familiari e autorità. I due ragazzi, originari rispettivamente di Vigonovo e Torreglia, si sono incontrati durante i loro studi in ingegneria presso l’Università di Padova e, nonostante la fine della loro relazione nell’agosto scorso, sono rimasti in buoni rapporti. Tuttavia, da sabato scorso, 11 novembre, non si hanno più notizie di loro, e i loro telefoni risultano ancora spenti.

Il mistero della loro scomparsa è stato il punto di partenza di intense ricerche che abbracciano diverse regioni del Nordest italiano. Le autorità competenti, tra cui carabinieri e vigili del fuoco, stanno mettendo in atto ogni possibile sforzo per rintracciarli.

L’incontro tra Giulia e Filippo è avvenuto sabato scorso presso il centro commerciale Nave de Vero di Marghera, dopodiché si sono recati a Vigonovo a bordo di una Fiat Punto nera, targata FA015YE, di proprietà di Filippo. Un testimone ha affermato di averli sentiti discutere, ma da allora non ci sono più notizie su di loro.

Le ricerche si sono concentrate principalmente nelle province di Treviso, Belluno e Pordenone, dove sono state avvistate alcune telecamere che hanno immortalato la loro auto. Gli elicotteri sono stati impiegati per sorvolare la zona nella speranza di individuarli dall’alto.

Parallelamente, nella speranza di trovare qualche traccia, sono stati impiegati i cani molecolari del nucleo cinofili dei carabinieri. Le ricerche si sono estese anche alla Riviera del Brenta, dove un gruppo di sommozzatori ha perlustrato le acque senza riuscire a trovare alcuna traccia dei giovani scomparsi.

I genitori di Giulia e Filippo hanno lanciato accorati appelli attraverso VeneziaToday, invitando i loro figli a contattarli o a fare ritorno. Il padre di Giulia ha dichiarato: “L’appello che facciamo ai ragazzi è di contattarci o di tornare. E chi li vedesse contatti le forze dell’ordine.” La madre di Filippo ha aggiunto: “Sono giorni che non lo sentiamo. Siamo preoccupati e vorremmo che ci contattasse. Qualsiasi cosa sia successa, noi lo aspettiamo. Vogliamo bene a lui e a Giulia. Vi prego, tornate.

La comunità continua a seguire con apprensione lo sviluppo delle ricerche, sperando che presto venga fatta luce su questa misteriosa scomparsa e che Giulia e Filippo tornino sani e salvi tra le braccia dei loro cari.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il resoconto dell'incidente avvenuto il 22 febbraio con operazioni di soccorso e rilievi delle autorità...
Giovane irregolare sorpreso con hashish e cocaina, in attesa di udienza di convalida...
Un violento tamponamento coinvolge sull'A22 del Brennero un furgone e un mezzo pesante...
Verona Tomorrow