Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Potenziamento del depuratore di Bussolengo: obiettivi e benefici

L'operazione è promossa da "Acque Veronesi" e parzialmente finanziata dai fondi del PNR

Nel cuore dell’operazione di potenziamento dell’impianto di depurazione di Bussolengo, promossa da Acque Veronesi e parzialmente finanziata dal Pnrr, si prevede un significativo aumento della capacità gestionale e depurativa dell’impianto. L’obiettivo è ambizioso: passare dagli attuali 18.000 abitanti serviti a 24.000, includendo sia utenze private che industriali, con un aumento di circa il 30%. L’intervento, avviato lo scorso maggio, è ora entrato nella fase operativa e dovrebbe concludersi entro giugno 2025.

Uno degli aspetti chiave di questa operazione è il potenziamento dei vari comparti depurativi, il rifacimento della linea di pretrattamenti dei reflui, e la creazione di nuove vasche di decantazione e del comparto di filtrazione finale e disinfezione. Questi miglioramenti mirano a garantire un trattamento più efficace delle acque reflue e, allo stesso tempo, contribuiranno alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di anidride carbonica. Questo risultato sarà ottenuto attraverso l’implementazione di controlli di processo avanzati, l’adozione di tecnologie a basso consumo energetico e l’installazione di impianti fotovoltaici dedicati all’autoproduzione di oltre 40 kWh di potenza installata.

Il progetto non si limita solo all’aspetto tecnico, ma prevede anche un impatto positivo sulla mobilità. È prevista la realizzazione di una strada dedicata all’accesso dei mezzi pesanti che si recano al depuratore. Questa infrastruttura contribuirà a liberare la viabilità cittadina, migliorando la circolazione dei veicoli nella zona.

L’importanza di questo progetto è stata sottolineata dal presidente di Acque Veronesi, Roberto Mantovanelli, che ha dichiarato: “Sicuramente una buona notizia per tutto il territorio veronese. Un importante risultato economico che premia le progettualità di Acque Veronesi nell’ambito dei servizi ambientali e che rappresenta un riconoscimento del nostro impegno nel capitalizzare al massimo la nostra capacità di pianificazione e di collaborazione con le istituzioni a tutti i livelli. Si tratta del primo cantiere finanziato da bandi Pnrr ad entrare nel vivo dei lavori ed essere pienamente operativo. Prosegue il percorso della società nella realizzazione di nuove, moderne e strategiche infrastrutture in tutta la provincia. Finanziare progettualità innovative è una sfida complessa e Acque Veronesi, a Bussolengo, è riuscita a farlo senza gravare esclusivamente sulla tariffa“.

Anche il sindaco di Bussolengo, Roberto Brizzi, ha evidenziato l’importanza dell’opera, affermando: “Si tratta di un’opera molto importante e sentita per il nostro paese. L’aumento della capacità gestionale e depurativa dell’impianto consentirà di poter ricevere più reflui dalle famiglie e dalle aziende di Bussolengo. Una maggiore potenzialità del depuratore è anche sinonimo di una maggiore qualità dell’acqua in uscita“.

In sintesi, il potenziamento dell’impianto di depurazione di Bussolengo rappresenta un passo significativo verso una gestione più efficiente delle risorse idriche e un miglioramento della qualità dell’ambiente locale. Con un piano di completamento entro il 2025, i benefici attesi sono molteplici, andando dalla capacità di servizio ampliata alla riduzione delle emissioni di CO2, contribuendo in modo tangibile al progresso della provincia di Verona.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sottotitolo: SkyAlps ha annunciato la soppressione del collegamento diretto Verona-Roma, cosa significa per i passeggeri?...
Sicurezza e coraggio, il ruolo chiave di un addetto alla vigilanza nella gestione di un...
Il reparto ortopedico dell'ospedale Mater Salutis adotta il sistema robotico "Mako" per garantire maggiore precisione...
Verona Tomorrow