Verona Tomorrow
Accedi

Tirocini Veneti, vetrina di successo per il lavoro

Il 2022 registra un alto tasso di assunzioni post-stage in Veneto

Nel 2022, la regione del Veneto ha registrato un’impressionante attivazione di 30.000 opportunità di stage, con una significativa partecipazione dei centri per l’impiego, che hanno avuto un ruolo centrale nell’implementazione del 40% di questi percorsi formativi. Le statistiche pubblicate dall’ente di monitoraggio regionale Veneto Lavoro rivelano che un considerevole 80% dei partecipanti a questi programmi ha conseguito un impiego stabile entro dodici mesi dalla fine dello stage, spesso venendo assunti dalla stessa azienda presso la quale hanno svolto lo stage.

Le esperienze di stage offerte hanno coperto diversi scopi: dalla riqualificazione professionale per disoccupati e lavoratori a rischio di perdere il lavoro, fino a percorsi estivi di orientamento per gli studenti e progetti mirati all’inserimento di neolaureati nel tessuto produttivo. Inoltre, le iniziative hanno incluso piani specifici per l’integrazione sociale delle persone con disabilità, gestiti con cura dai Servizi di Integrazione Lavorativa.

L’analisi del mercato evidenzia la tendenza di un ampio spettro di aziende, in particolare quelle di minore dimensione, a sfruttare gli stage come un mezzo per valutare e inserire nuovi talenti, spesso con contratti a termine o di apprendistato per i più giovani. I dati mostrano anche che i profili stagisti non sono più solo giovani studenti, ma anche individui oltre i trent’anni, che rappresentano una quota rilevante di 5.000 persone nel solo 2022.

Elena Donazzan, assessora regionale al lavoro e formazione, ha lodato l’efficacia degli stage come strumento di orientamento e inserimento professionale, sottolineando la capacità di questi programmi di coinvolgere un pubblico eterogeneo, inclusi coloro che sono marginalizzati nel mercato del lavoro.

Infine, si osserva una distribuzione geografica differenziata degli stage in Veneto, con una maggiore concentrazione in aree industriali rispetto a quelle turistiche, con Treviso, Padova e Vicenza in testa per il numero di stage. Questi dati sono il risultato di un impegno congiunto tra il settore pubblico e privato per potenziare le opportunità lavorative attraverso iniziative formative strutturate.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow