Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Rivoluzione sanitaria all’AOUI, innovazione e sostenibilità nel 2023

L'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona traccia il futuro con modernizzazione e tecnologia avanzata

Il 2023 si è rivelato un anno di significativa evoluzione per l‘Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona, con molteplici avanzamenti e piani ambiziosi per il prossimo anno. Il direttore generale, Callisto Bravi, ha evidenziato i progressi compiuti nell’ambito della modernizzazione delle strutture ospedaliere. Questo include non solo rinnovamenti strutturali e tecnologici, ma anche iniziative nel campo della digitalizzazione e della sostenibilità ambientale.

L’AOUI ha visto una serie di sviluppi significativi nel 2023, tra cui l’implementazione di tecniche chirurgiche avanzate, come la chirurgia robotica, e un incremento dei servizi sanitari. Questi miglioramenti riflettono l’impegno dell’AOUI nel fornire cure di alta qualità e nell’essere un punto di riferimento in ambito sanitario a livello regionale e nazionale.

Tra i progetti principali, si distingue il rinnovamento del Policlinico di Borgo Roma. Questo progetto comprende un ampliamento dei posti letto e l’introduzione di standard assistenziali e alberghieri avanzati. Inoltre, l’edificio verrà adeguato alle normative antisismiche, con un investimento significativo finanziato attraverso fondi regionali e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Anche il sito di Borgo Trento ha visto importanti sviluppi, con la demolizione di strutture obsolete per realizzare nuove infrastrutture, come il day hospital oncologico e la centrale di sterilizzazione. Questo fa parte di un piano più ampio di modernizzazione e ottimizzazione degli spazi ospedalieri.

L’AOUI sta anche facendo passi da gigante nel campo dell‘ecosostenibilità, con iniziative volte a ridurre l’impatto ambientale e a promuovere l’uso di energie rinnovabili. Questo è in linea con un orientamento globale verso la cura dell’ambiente e la sostenibilità.

In termini di risorse umane, l’AOUI ha mantenuto un numero stabile di dipendenti, con un focus sulla valorizzazione delle competenze attraverso investimenti significativi nel personale, sia nel settore medico che amministrativo.

Il 2024 si preannuncia come un anno di ulteriori sviluppi e investimenti, con continui lavori di ristrutturazione e modernizzazione in entrambi i siti di Borgo Roma e Borgo Trento.

In conclusione, il rettore dell’Università di Verona, Pierfrancesco Nocini, ha espresso il suo impegno totale nel portare avanti questi e altri progetti innovativi, sottolineando l’importanza della collaborazione tra l’AOUI e le università partner. Questo approccio integrato tra istruzione e assistenza sanitaria pone l’AOUI come un modello all’avanguardia a livello nazionale nell’ambito della medicina del futuro.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Quattordici ospedali italiani tra i primi 250 della classifica mondiale: scopri la posizione di Verona...
AOU Verona pioniera nella diagnosi prenatale delle malformazioni cerebrali...
Appello alla prevenzione e stili di vita sani per invertire la tendenza...
Verona Tomorrow