Verona Tomorrow
Accedi

Instabilità climatica imminente

Precipitazioni e neve in arrivo su diverse regioni

L’Italia si prepara per l’arrivo di condizioni meteorologiche instabili, con previsioni che indicano precipitazioni e fenomeni nevosi, anche a quote relativamente basse.

Un nucleo di aria gelida proveniente dalla Scandinavia ha dato il via a un’ondata invernale che interessa gran parte dell’Europa, portando la prima ondata artica fino alla penisola italiana. Nucera sottolinea che la prossima settimana porterà ulteriori sviluppi invernali in Europa, a causa di un anticiclone che sposterà il suo massimo dall’Atlantico alla Groenlandia, portando con sé altre due perturbazioni verso l’Italia. Questi sistemi atmosferici causeranno precipitazioni e nevicate su diverse aree, con possibilità di neve anche a bassa quota, venti sostenuti e temperature inferiori alla media stagionale.

Dopo un breve miglioramento delle condizioni meteorologiche domenica, l’Italia si appresta ad affrontare una nuova ondata di maltempo. Tra lunedì e martedì una perturbazione influenzerà in particolare il Centro-Sud e il Nord-Est, apportando piogge e possibili temporali. Le previsioni indicano nevicate sull’Appennino a partire dai 1200-1500 metri di quota, e fino ai 500-700 metri sulle Alpi orientali. Questa perturbazione sarà caratterizzata da venti forti di Ponente e Maestrale, in particolare nelle regioni centrali e meridionali, dove i mari saranno agitati. Seguirà un lieve aumento delle temperature dovuto all’arrivo di correnti d’aria più mite da ovest.

Tra giovedì e venerdì, dopo un breve periodo di calma, è prevista l’arrivo di una nuova perturbazione significativa, che interesserà soprattutto il Centro-Nord, portando piogge diffuse. L’ingresso di aria più fredda sulle regioni settentrionali favorirà un abbassamento della quota neve, con possibili nevicate a quote molto basse nel Nord-Ovest e, a tratti, in pianura nel basso Piemonte (da confermare).

Al Sud, invece, si prevede un aumento delle temperature. Nucera conclude evidenziando che l’interazione tra le correnti atlantiche e quelle artiche in Europa continuerà durante la prima settimana di dicembre, contribuendo a un periodo di tempo variabile e tipicamente invernale in molte nazioni europee.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow