Verona Tomorrow
Accedi

Veneto in emergenza sanitaria, critiche alla carenza di infermieri

Erika Baldin contesta l'assunzione di soli 439 infermieri in Veneto e critica le politiche di salute pubblica

Il Veneto, in una mossa recente, ha annunciato l’intenzione di integrare 439 nuovi infermieri nel proprio sistema sanitario. Questo numero, tuttavia, è stato criticato per essere inadeguato rispetto alle esigenze reali della regione. Erika Baldin, membro del consiglio regionale per il Movimento 5 Stelle, ha evidenziato che tale iniziativa rappresenta solo una minima parte delle risorse necessarie, poiché la regione necessita di circa 4.000 infermieri per soddisfare pienamente le sue esigenze.

Durante l’evento di presentazione dei dati della sanità veneta per l’anno 2023, Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, ha espresso la sua opposizione alla limitazione del numero di studenti ammessi alle facoltà di medicina. Secondo Zaia, rimuovere queste restrizioni potrebbe essere una soluzione significativa per affrontare la carenza di personale medico, una problematica che affligge sia il Veneto che l’intera Italia. In risposta, Baldin ha sottolineato l’importanza della coerenza nelle azioni politiche, condividendo la visione che la restrizione degli accessi alle facoltà di medicina sia un ostacolo per il paese e per la regione. Di conseguenza, ha proposto un ordine del giorno, ora approvato, per sollecitare il governo regionale a lavorare per l‘abolizione di tale limite.

Baldin ha inoltre criticato il governo di destra guidato da Meloni, accusandolo di danneggiare il servizio pubblico a vantaggio del settore privato. Ha sostenuto che questo approccio è evidente nel Veneto, dove la crescita delle cliniche private contrasta con la diminuzione dei posti letto negli ospedali pubblici. La carenza di personale non riguarda solo i medici, ma anche gli infermieri. L’ultimo concorso pubblico ha mirato a reclutare 439 infermieri, una quantità ritenuta nettamente insufficiente da Baldin, soprattutto alla luce delle esigenze espresse dalla stessa assessora regionale alla sanità, Manuela Lanzarin. Baldin ha concluso affermando che una parte degli infermieri assunti sarà destinata alle case di riposo, dove la situazione è ancora più critica.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow