Verona Tomorrow
Accedi

Verona, l’esplorazione autunnale incantata

Autunno a Verona, giardini storici, Lessinia, Valle del Menago e viste del Garda si tingono d'oro

Una guida esclusiva per esperienze autunnali indimenticabili. La metamorfosi cromatica autunnale, segnata dal termine francese “foliage“, si avventura con l’arrivo dell’equinozio d’autunno e raggiunge il suo apogeo l’11 novembre, celebrando l’episodio conosciuto come l’Estate di San Martino.

Scoprite i luoghi migliori per celebrare l’autunno a Verona e provincia:

Il Giardino Rinascimentale Giusti si distingue per il suo foliage nel cuore di Verona, dove i maestosi alberi secolari si tingono di tonalità di giallo e arancione. Le Torricelle, appena fuori città, offrono un paesaggio verde e curato con una vista impareggiabile.

Visitate il Parco Sigurtà, acclamato come uno dei giardini più suggestivi d’Europa, che in autunno rivela la sua gloria attraverso un’ampia varietà di specie arboree, che si trasformano in un vero e proprio festival di colori. Attrazioni come il labirinto, la grande quercia, i laghetti e il castelletto arricchiscono i 600.000 mq del parco, immersi nel fascino di Valeggio sul Mincio.

Il Parco Regionale della Lessinia si veste di colori splendenti, con il suo paesaggio di fenomeni carsici e storiche testimonianze, invitando i visitatori a esplorare la Valle delle Sfingi, così chiamata per i suoi monoliti calcarei, in un bosco di faggi che in autunno si accendono di colori ramati.

La Valpolicella e le zone circostanti sono l’ideale per godere del foliage con un calice di vino pregiato in mano. È d’obbligo fermarsi a San Giorgio di Valpolicella, uno dei borghi più belli, che offre viste mozzafiato del Lago di Garda.

Il Parco Valle del Menago offre un rifugio di pace autunnale, dove la storia si fonde con la natura tra le tracce di antiche palafitte e la serenità delle sorgenti, incorniciate da un caleidoscopio di foglie autunnali.

Dai versanti del Monte Baldo si può ammirare una vista eccezionale sul Lago di Garda e le cime circostanti. Il Rifugio Fiori del Baldo e il percorso verso la Madonna della Corona a Spiazzi sono punti di osservazione privilegiati per cogliere la varietà botanica e i panorami che spaziano dal clima mediterraneo a quello alpino.

A San Zeno di Montagna, il foliage si fonde con la tradizionale raccolta delle castagne, offrendo una festa annuale dedicata a questo frutto autunnale, con la possibilità di raccogliere e godere del paesaggio sotto alberi secolari.

La Rocca di Garda propone una vista spettacolare tra Garda e Bardolino, mentre l’Eremo di San Giorgio regala scenari di boschi e vigneti che si estendono fino alle limpide acque del lago.

San Zeno di Montagna offre uno scenario unico: una terrazza naturale che guarda il Lago di Garda, dove i tramonti autunnali sono un vero spettacolo.

La pista ciclabile che segue l’Adige da Verona al mare offre in autunno uno degli itinerari più pittoreschi della regione, con tappa consigliata in un ristorante posizionato su un “barcone” storico lungo il fiume a Legnago.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una settimana di sport e cultura per giovani e famiglie nel cuore di Verona...
Un viaggio dalla sua origine romana a teatro lirico all'aperto, attraverso monumenti storici e piazze...
Verona Tomorrow