Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Verona adotta misure urgenti contro lo smog

Limitazioni alla circolazione e regole sul riscaldamento in atto il 20 e 21 febbraio.

La città di Verona si trova nuovamente sotto osservazione a causa dell’elevata concentrazione di particolato fine (Pm10) nell’atmosfera, che ha portato all’attivazione del livello di allerta “Arancione”. In risposta a questa situazione, segnalata dall’Arpav, si prevede l’introduzione di misure restrittive temporanee per migliorare la qualità dell’aria. Queste restrizioni, valide per martedì 20 e mercoledì 21 febbraio, sono finalizzate a limitare l’impatto ambientale e salvaguardare la salute pubblica.

In particolare, le limitazioni alla circolazione veicolare saranno operative dalle 8:30 alle 18:30 e coinvolgeranno diverse categorie di veicoli, inclusi ciclomotori e motocicli di classe Euro 1, veicoli privati e commerciali a benzina fino alla classe Euro 2, e veicoli diesel privati e commerciali fino alle classi Euro 5 e Euro 4, rispettivamente. Tuttavia, queste restrizioni non si applicheranno a determinate arterie di grande comunicazione e itinerari strategici, quali le tangenziali Est e Sud, i tratti autostradali, e le vie di accesso principali verso la Fiera di Verona e altre aree di interesse come i parcheggi dello stadio e del palazzetto dello sport.

Oltre alle misure di limitazione del traffico, il Comune di Verona ha introdotto regole stringenti per l’uso dei sistemi di riscaldamento e per alcune attività all’aperto. Non sarà permesso l’utilizzo di generatori di calore a biomassa con prestazioni emissive inferiori a quattro stelle, qualora siano disponibili sistemi alternativi. Inoltre, sono vietate le combustioni in ambiente aperto, l’accensione di fuochi per fini ricreativi, l’uso di liquami zootecnici e la climatizzazione di ambienti non essenziali a temperature superiori ai 18°C per gli edifici residenziali e commerciali e 17°C per quelli industriali, con una tolleranza di 2 gradi.

Queste disposizioni emergenziali non si applicano a strutture critiche come ospedali, case di riposo, strutture per persone con disabilità, asili e scuole, per i quali restano in vigore normative nazionali specifiche.

L’obiettivo di tali misure è duplice: ridurre immediatamente l’inquinamento atmosferico e sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza di adottare comportamenti più sostenibili per il benessere collettivo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Riallocazione dei cavi elettrici di alta tensione per evitare interferenze con la linea Alta Velocità...
La 41ª edizione della Straverona promette un evento all'insegna della sostenibilità e del coinvolgimento comunitario...
Locandina mostra sul Donbass
L'esposizione, documentata dal fotografo Vittorio Rangeloni, si apre tra controversie e dibattiti politici...

Altre notizie

Verona Tomorrow