Verona Tomorrow
Accedi

Morti nel lago: Garda si impegna nella prevenzione degli annegamenti

Il Comune di Garda si unisce alle Associazioni per contrastare gli annegamenti

Nella stagione 2023, ben otto persone hanno perso la vita nelle acque del suggestivo Lago di Garda, mentre le forze di soccorso hanno effettuato 150 interventi lungo le sue tre sponde. Numeri allarmanti che hanno spinto il Comune di Garda a sostenere un’iniziativa cruciale per la sicurezza lacustre: “Controcorrente, conoscere per agire“. Questo progetto coinvolge associazioni di volontariato, forze dell’ordine e scuole, ed è stato promosso grazie all’impegno congiunto delle sezioni di Garda e Verona-Peschiera della Lega Navale, con la leadership di Oscar Gagliardo e del presidente Giorgio Catellani.

L’obiettivo principale di “Controcorrente” è prevenire incidenti, infortuni e, soprattutto, annegamenti, mettendo l’accento sulla sensibilizzazione dei giovani, delle persone con disabilità e delle loro famiglie riguardo ai pericoli legati alla balneazione. Il progetto fornisce agli educatori gli strumenti necessari per diffondere una cultura dell’acqua e della sicurezza. Il sindaco di Garda, Davide Bendinelli, ha spiegato: “Abbiamo deciso di patrocinare questa iniziativa perché dobbiamo fare tutto quello che è in nostro potere per evitare che anche una sola persona perda la vita nelle acque del nostro lago. La prevenzione è lo strumento di cui disponiamo. Dobbiamo fare prevenzione, formare le persone, istruirle. Fare in modo che chi frequenta il lago ne conosca i rischi, li sappia evitare e sappia anche intervenire nel caso in cui si rendesse necessario“.

Le statistiche e le cronache evidenziano l’urgenza di intraprendere azioni preventive. In Italia, ogni anno, annegano 400 persone, mentre altre 800 vengono ricoverate in ospedale a causa di incidenti in acqua. Le principali cause di annegamento includono il malore, l’incapacità di riconoscere i pericoli delle correnti o di rispettare le segnaletiche e, purtroppo, la mancanza di competenze di nuoto. Inoltre, l’annegamento rappresenta ancora la principale causa di morte in età pediatrica a livello mondiale. Il sindaco Bendinelli ha aggiunto: “Conosciuti i pericoli, quest’estate abbiamo allestito un campo boe nella spiaggia del Corno, una zona di sicurezza per i bagnanti in un tratto di lago già sicuro di per sé, perché al riparo da venti e correnti. Ma neppure questo è stato sufficiente. Da qui l’importanza del progetto“.

Controcorrente” coinvolge numerose associazioni di volontariato, le forze dell’ordine e istituti scolastici. Gli studenti del liceo artistico Carlo Anti di Villafranca si stanno impegnando nella creazione di un opuscolo cartaceo e digitale che fornirà indicazioni sui comportamenti corretti prima e durante l’ingresso in acqua, nonché sulle azioni da intraprendere in caso di emergenza. Il progetto migliore verrà selezionato il 2 maggio e stampato per la distribuzione. Il Liceo Marie Curie di Garda e Bussolengo collaborerà nella divulgazione delle informazioni tra gli studenti grazie ai docenti di scienze motorie. Inoltre, lo sportello Help della Scuola Polo Inclusione di Verona-Vigasio si rivolgerà alle associazioni dei genitori di persone affette da autismo e disturbi del comportamento per garantire una migliore comprensione dei testi.

Grazie alla generosa partecipazione delle associazioni del territorio, sono previsti incontri teorici e pratici dedicati al tema della sicurezza e alla formazione pratica delle persone durante i mesi di aprile e maggio. Queste iniziative vedranno la collaborazione della Squadra Acque Interne della Polizia di Stato, della Croce Rossa, dei Vigili del Fuoco Volontari del distaccamento di Bardolino e della Protezione Ambientale e Civile di Garda, Cavaion e Bussolengo. Le lezioni si terranno presso la sede della Lega Navale di Garda, con il contributo degli insegnanti di Gardacqua e saranno implementate anche presso il campo boe della spiaggia del Corno.

L’impegno di numerose associazioni, tra cui i Bersaglieri di Garda, Rete Tantetinte, Noi Garda, Aido Garda, Associazione familiari Asperger Veneto e l’associazione Aifa, contribuirà significativamente a rendere possibile la realizzazione di questo importante progetto di prevenzione degli annegamenti nel Lago di Garda.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Svelate le date e le novità del test di ammissione alla facoltà di Medicina e...
La celebre festa tornerà ad animare le strade di Verona alla fine di aprile, dopo...
Protezione Civile e Enel Italia siglano un importante accordo...
Verona Tomorrow