Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Aoui Verona superando le sfide sanitarie

Gestione efficace di influenza e Covid

Recentemente, l’Ospedale Universitario Integrato di Verona (Aoui) ha affrontato con successo una stagione sanitaria impegnativa, gestendo in modo efficiente sia i casi di influenza che quelli di Covid-19. Dalle dichiarazioni ufficiali emerge che l’influenza di quest’anno, sebbene più virulenta rispetto al passato, è stata tenuta sotto controllo, senza causare situazioni di emergenza. Inoltre, il Covid-19, pur presentando un aumento di casi, mostra un quadro clinico diverso rispetto agli anni precedenti, con una gestione prevalentemente domiciliare e ricoveri limitati a pazienti particolarmente vulnerabili.

Un approccio innovativo nella gestione delle infezioni respiratorie

La strategia adottata dall’Aoui ha permesso di affrontare l’aumento dei ricoveri dovuto all’influenza. Il dottor Claudio Micheletto, a capo della Pneumologia, ha evidenziato come la divisione sia stata in grado di rispondere efficacemente alle esigenze dei pazienti, sia nei reparti ordinari che in quelli di terapia semi-intensiva. Parallelamente, i casi di Covid-19, sebbene in crescita, sono stati gestiti con successo, evitando sovraccarichi ospedalieri.

Covid-19: un quadro clinico in evoluzione

Il Covid-19 si è rivelato significativamente diverso da quello osservato negli ultimi tre anni. La maggior parte dei pazienti viene trattata a domicilio, e i ricoveri sono stati confinati a casi specifici, come anziani o persone con comorbidità. Questa tendenza ha permesso una gestione più efficace e mirata dell’epidemia.

Impegno e collaborazione: la chiave del successo

Il dottor Micheletto ha sottolineato come l’impegno e la collaborazione di tutti i reparti, inclusi Geriatria e Medicina d’Urgenza, abbiano giocato un ruolo cruciale nella gestione senza criticità del periodo. Anche durante le festività natalizie, l’ospedale è stato in grado di mantenere un alto standard di cura e gestione dei pazienti.

Oltre la pneumologia: un ospedale al servizio della comunità

La dottoressa Giuliana Festi, vice direttrice della Pneumologia, ha evidenziato come il reparto si occupi di pazienti con condizioni complesse, spesso provenienti dalla Terapia Intensiva. La gestione di infezioni ospedaliere e malattie rare come la tubercolosi richiede un’attenzione costante e una cura meticolosa, aspetti che l’ospedale si impegna a garantire.

Un’unità semintensiva innovativa per le insufficienze respiratorie

Domenico Maresca, a capo dell’Unità Semintensiva Respiratoria, ha illustrato l’importanza della sua unità nella gestione delle insufficienze respiratorie, specialmente durante i mesi invernali. Questa unità, fondata nel 2021, ha tratto beneficio dall’esperienza acquisita durante la pandemia di Covid-19, dimostrandosi fondamentale nella gestione dell’epidemia influenzale.

In conclusione, l’Aoui Verona si distingue per la sua capacità di gestire efficacemente le sfide sanitarie, dimostrando resilienza e innovazione nel trattamento di influenza e Covid-19. La collaborazione tra i diversi reparti e l’adozione di strategie mirate hanno permesso all’ospedale di superare questo periodo impegnativo senza criticità, mantenendo un alto livello di assistenza ai pazienti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

AOU Verona pioniera nella diagnosi prenatale delle malformazioni cerebrali...
Appello alla prevenzione e stili di vita sani per invertire la tendenza...
Fuga di dati personali coinvolge dipendenti e solleva questioni di sicurezza...
Verona Tomorrow