Verona Tomorrow
Accedi

Innovazione a Verona con la campagna “Occhio al Prezzo” che rivoluziona la spesa

La strategia comunale per un consumo consapevole e il controllo dell'inflazione

La campagna “Occhio al Prezzo“, promossa dal Comune di Verona, si è rivelata un’iniziativa di successo nel promuovere la consapevolezza dei costi tra i cittadini.

Avviata nell’ottobre 2022, questo progetto ha contribuito in modo significativo a rimuovere Verona dalla lista delle città con i più alti tassi di inflazione in Italia. I dati provenienti da Palazzo Barbieri indicano che, grazie a “Occhio al Prezzo”, la città ha visto un’inversione di tendenza rispetto ai trend inflazionistici.

L’iniziativa si concentra sul fornire aggiornamenti mensili ai residenti di Verona riguardo le fluttuazioni dei prezzi dei prodotti alimentari. Queste informazioni vengono condivise attraverso il canale social del Comune  e tramite il sito, su 18 totem dislocati in punti strategici della città. In particolare, vengono evidenziati i prodotti con variazioni di prezzo in aumento e in diminuzione. Il progetto, lanciato in ottobre 2022, è stato una mossa strategica per ridurre il tasso di inflazione locale.

Con questo progetto, l’amministrazione comunale mira a tenere i cittadini costantemente informati sulle dinamiche dei prezzi. La campagna ha ottenuto un riconoscimento significativo, in particolare per la sua efficace diffusione tramite Telegram, che ha visto crescere il numero di iscritti. Questo sforzo ha permesso a Verona di allinearsi ai dati nazionali sull’inflazione, una novità dopo anni di discrepanze.

Nel dettaglio, nel 2023, Verona ha registrato una crescita inflazionistica media del 5,1%, rispetto al 9,0% del 2022, mentre l’Italia ha segnato una media del 5,7% contro l’8,1% del 2022. Verona ha mantenuto un tasso inferiore a quello nazionale per la maggior parte dell’anno, con la sola eccezione di dicembre 2023, quando il divario è stato solo dello 0,1%. Questa minima variazione è stata prontamente affrontata dall’amministrazione comunale, che continua la sua campagna informativa.

Per quanto riguarda i prodotti specifici, a dicembre 2023, alcuni hanno mostrato un aumento significativo di prezzo, come i pesci surgelati e il burro (+1,6%), l’olio di oliva (+1,0%), e yogurt, piatti pronti, confetture, marmellate e miele (+0,8%). Al contrario, si è registrata una diminuzione per i frutti di mare surgelati (-6,6%), la margarina e altri grassi vegetali (-4,2%), e aperitivi e alcolici (-4,1%). Queste variazioni di prezzo sono costantemente monitorate e comunicate ai cittadini attraverso la campagna “Occhio al Prezzo“.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una settimana di sport e cultura per giovani e famiglie nel cuore di Verona...
Un viaggio dalla sua origine romana a teatro lirico all'aperto, attraverso monumenti storici e piazze...
Verona Tomorrow