Verona Tomorrow
Accedi

Nebbia e guasto al motore sul Lago di Garda: due diportisti salvati dalla Guardia Costiera

Due diportisti intrappolati da nebbia e da guasto al motore sul Lago di Garda: la Guardia Costiera li ha tratti in salvo

La bellezza serena del Lago di Garda può trasformarsi in un’esperienza avventurosa in un batter d’occhio, come hanno scoperto due diportisti italiani partiti da Lazise per una tranquilla uscita notturna. La loro serata ha preso una piega inaspettata quando il motore della loro imbarcazione ha improvvisamente smesso di funzionare e una fitta nebbia ha reso la situazione ancor più complicata.

In un tentativo di chiedere aiuto, i due diportisti hanno lanciato un razzo rosso a paracadute, ma purtroppo, a causa della nebbia che si era abbattuta sul lago, il loro segnale di soccorso non è stato notato da nessuno. Nel frattempo, un loro amico che si era offerto di raggiungerli con un secondo natante si è ritrovato bloccato a circa un miglio dalla costa, incapace di vedere nulla a causa della scarsa visibilità.

Fortunatamente, i diportisti in difficoltà hanno chiamato il numero di emergenza in mare e sul lago di Garda, il 1530, e hanno ottenuto una risposta pronta dalla sala operativa della Guardia Costiera di Salò, responsabile delle operazioni di ricerca e soccorso nel bacino lacuale.

La sala operativa ha subito mobilitato l’unità di soccorso GCA58, la quale, guidata dalle avanzate strumentazioni radioelettriche di bordo come radar e cartografia elettronica, ha affrontato la sfida della nebbia per raggiungere le imbarcazioni in difficoltà.

Una volta raggiunta la prima imbarcazione alla deriva, l’equipaggio della Guardia Costiera l’ha affiancata e guidata verso la seconda unità da diporto. La seconda imbarcazione, che aveva subito problemi al motore, è stata presa a rimorchio e portata in salvo nel porto più vicino di Pacengo di Lazise. Entrambe le imbarcazioni sono state ancorate in sicurezza all’ormeggio intorno alle ore 22.

La situazione è stata resa particolarmente complicata dalla visibilità estremamente limitata, che si manteneva sotto i 5 metri, e dalle basse temperature, con una percezione del freddo vicina allo zero.

La sala operativa della Guardia Costiera di Salò ha anche richiesto l’aiuto dei vigili del fuoco di Bardolino per assicurarsi che tutto si concludesse nel migliore dei modi. Fortunatamente, l’operazione di soccorso è stata un successo e ha sottolineato l’importanza di navigare con prudenza, soprattutto in condizioni meteo avverse o con scarsa visibilità.

La Guardia Costiera del Garda sottolinea l’importanza di non intraprendere avventure in mare o sul lago senza prendere in considerazione le condizioni meteorologiche e di visibilità. In caso di emergenza, è fondamentale contattare direttamente la sala operativa della Guardia Costiera tramite il numero 1530, evitando di richiedere assistenza a terzi, come nel caso dell’amico dei diportisti che si è trovato anch’esso in difficoltà, generando una doppia operazione di soccorso. La sicurezza in mare deve rimanere la priorità per tutti i diportisti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un gruppo di ragazzi, apparentemente intorno ai 14 anni e armati di coltello, ha aggredito...
Un trentenne nigeriano arrestato dopo un tentativo di furto e resistenza alle autorità...
L'operazione della Squadra Mobile di Pordenone che ha portato all'arresto di quattro malviventi rumeni...
Verona Tomorrow