Verona Tomorrow
Accedi

A Lazise chiude anche l’ultima edicola

Giovanni De Angeli va in pensione: addio all'iconico punto d'incontro di Lazise

La consuetudine di recarsi in edicola per acquistare il giornale è un’abitudine che ha un fascino tutto suo. La ricerca del quotidiano locale che narra delle vicende della tua città, la rivista con le ultime diete miracolose o le preziose figurine da collezione, con la speranza di non trovare duplicati. È un’esperienza che sembra catapultarti in un mondo a parte, un concentrato di vita cittadina e cultura popolare.

Tuttavia, a Lazise, una cittadina che conta circa 7.000 abitanti, cifra che quadruplica durante la stagione estiva, questo rituale è destinato a diventare un ricordo nostalgico. L’addio all’ultima edicola del paese è stato un colpo duro per tutti i suoi cittadini. Ora, per acquistare un giornale, bisogna spingersi fino a Colà o Pacengo, e c’è persino chi teme che presto anche queste edicole chiuderanno i battenti.

La storia dietro questa chiusura riguarda l’edicola di via Albarello, gestita per anni dalla famiglia De Angeli, che ha deciso di chiudere definitivamente il 31 dicembre scorso. Il motivo? Giovanni, il proprietario, è andato in pensione e nessun altro ha mostrato interesse nel rilevare l’attività. Vendere giornali è un lavoro estenuante, che richiede di alzarsi presto al mattino, e a Lazise durante l’estate, diventa ancor più faticoso, con turni che possono arrivare fino a 12 ore al giorno, sette giorni su sette.

Questa chiusura, tuttavia, non rappresenta solo la fine di un negozio, ma segna la scomparsa di un punto d’incontro fondamentale per la comunità di Lazise. Questa situazione riflette i mutamenti in atto nella società, dove le tradizioni familiari spesso non vengono tramandate. Il sindaco Damiano Bergamini ha annunciato il suo impegno nel cercare di riaprire almeno un punto vendita di giornali. Ha anche proposto l’idea di coinvolgere negozi o bar locali, affinché possano vendere giornali, consapevole dell’importanza di questo servizio sia per la comunità che per i turisti.

In un’epoca in cui l’informazione è accessibile in modo rapido e immediato online, la chiusura dell’ultima edicola di Lazise è un segno dei tempi. Tuttavia, per molti abitanti, l’andare in edicola rappresentava molto più di un semplice atto di acquisto; era un momento di connessione con la propria comunità e una parte fondamentale della vita quotidiana. Speriamo che Lazise riesca a mantenere viva questa tradizione in qualche forma, offrendo un punto di incontro e di accesso alla cultura popolare anche in futuro.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La tecnologia della "scatola nera" offre un'alternativa intelligente per ridurre l'impatto delle auto inquinanti nella...
Svelate le date e le novità del test di ammissione alla facoltà di Medicina e...
La celebre festa tornerà ad animare le strade di Verona alla fine di aprile, dopo...
Verona Tomorrow