Verona Tomorrow
Accedi

La tecnologia GPS di un’E-Bike smaschera la “Banda del Garage”

A Borgo Trento scoperto deposito di merce rubata: in quattro finiscono in manette

Le forze dell’ordine di Verona hanno recentemente sgominato un gruppo di criminali specializzati noto come la “banda del garage“, grazie all’aiuto di un avanzato sistema di geolocalizzazione GPS installato su una bicicletta elettrica. Questo dispositivo ha permesso alle autorità di tracciare i movimenti dei ladri e di scoprire un deposito a Borgo Trento contenente una vasta quantità di merce rubata, compresi telefoni cellulari, computer portatili, vini pregiati e bottiglie di superalcolici. Tuttavia, il tesoro più sorprendente scoperto nell’operazione è stata la quantità di e-bike di ultima generazione, dal valore elevato, nascoste nel deposito, insieme a pezzi di biciclette accuratamente smontati, pronti per essere esportati.

L’indagine che ha portato a questo importante risultato è stata coordinata dalla procura di Verona ed è stata scatenata in seguito al furto di due costose e-bike, ognuna del valore di circa 5000 euro, avvenuto lo scorso maggio. Una delle biciclette era dotata di un sistema di geolocalizzazione integrato, il che ha permesso ai carabinieri di seguire le tracce dei ladri fino al deposito.

Ma chi erano i membri della “banda del garage“? Grazie alle informazioni raccolte, alle testimonianze degli abitanti locali e alle immagini delle telecamere di sorveglianza, i carabinieri sono stati in grado di individuare un 29enne moldavo che, da circa sei mesi, si aggirava frequentemente nei garage del quartiere. Quest’uomo aveva stretto accordi con altri individui, compresi tre italiani di 35, 31 e 23 anni, per lo scambio di pezzi di biciclette rubate e una considerevole quantità di denaro contante.

Il lavoro scrupoloso dei carabinieri e le denunce delle vittime di furto hanno permesso di ricostruire le responsabilità degli indagati in numerosi furti e atti di ricettazione commessi nella città di Verona. Alla conclusione dell’indagine, le forze dell’ordine hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Verona. Questa ordinanza ha colpito quattro soggetti, di cui tre italiani e un moldavo, tutti con precedenti penali. Una volta arrestati, sono stati condotti nel carcere di Montorio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un gruppo di ragazzi, apparentemente intorno ai 14 anni e armati di coltello, ha aggredito...
Un trentenne nigeriano arrestato dopo un tentativo di furto e resistenza alle autorità...
L'operazione della Squadra Mobile di Pordenone che ha portato all'arresto di quattro malviventi rumeni...
Verona Tomorrow