Verona Tomorrow
Accedi

Inaugurata ieri sera la nuova Stella Cometa in piazza Bra

Le foto delle prime prove di accensione, circolate sul web, hanno mostrato la stella in una varietà di colori, mentre i rendering precedenti la presentavano sempre di colore bianco.

La città di Verona è pronta a dare il via alle festività natalizie con l’inaugurazione di una “nuova Stella Cometa, che ha già scatenato polemiche e attirato l’attenzione dei cittadini. I “test a colori” della giornata di lunedì hanno rapidamente fatto il giro del web, suscitando reazioni da parte delle opposizioni e di vari cittadini.

L’installazione luminosa, montata lunedì in Piazza Bra, è stata ufficialmente inaugurata ieri sera alle ore 19:30 alla partecipazione del sindaco Damiano Tommasi e del Vescovo di Verona, Monsignor Domenico Pompili, che benediranno la stella, rendendola visibile per tutto il periodo natalizio.

La decisione di sostituire temporaneamente la tradizionale iconica stella con questa nuova decorazione ha suscitato grande attesa e curiosità tra i residenti. L’architetto veronese Rinaldo Olivieri, autore del capolavoro precedente, ha spiegato che questa sostituzione è dovuta ai danni subiti durante la fase di disallestimento.

L’evento inaugurale è statoallietato dalla musica del gruppo di giovani artisti veronesi chiamato “Panic Therapy,” noto per le sue coinvolgenti interpretazioni swing e shuffle. Il gruppo eseguirà un repertorio di canzoni tradizionali natalizie in chiave swing, con voci maschili e femminili, comprese alcune celebri canzoni pop per creare un’atmosfera festosa e calorosa.

Tuttavia, già prima dell’inaugurazione ufficiale, la nuova stella ha suscitato polemiche. Le foto delle prime prove di accensione, circolate sul web, hanno mostrato la stella in una varietà di colori, mentre i rendering precedenti la presentavano sempre di colore bianco. Questo cambiamento ha portato diverse critiche da parte dei membri del centrodestra, tra cui Ciro Maschio (deputato FdI), Stefano Zavarise (consigliere comunale e capogruppo Lega), Filippo Rigo (consigliere regionale Lega), Stefano Casali (ex presidente Agsm), e Matteo Gelmetti (senatore FdI), che hanno espresso il loro dissenso sui social nei confronti dell’Amministrazione Tommasi per questa scelta.

La “nuova” Stella Cometa, che comunque lascerà spazio all’iconica archiscultura di Olivieri a partire dal prossimo anno, sembra quindi non incontrare il favore dei cittadini, che ora attendono con trepidazione l’inaugurazione ufficiale per vedere il manufatto completo in funzione e giudicarne l’impatto finale sulla loro amata Piazza Bra.

 

Photo Credits: Stefano Casali

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La vicepresidente della Regione del Veneto, Elisa De Berti, illustra i dettagli dell'importante intervento infrastrutturale....
Una Start-Up scaligera combatte lo spreco alimentare con una birra leggera e nutriente fatta con...
Il 14enne si è trovato a praticare un massaggio cardiaco a un uomo che aveva...
Verona Tomorrow