Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Contratto collettivo integrativo: comune di Verona e dipendenti siglano accordo storico

Miglioramenti importanti per valorizzare i dipendenti e migliorare i servizi offerti

Il Comune di Verona, insieme alla rappresentanza sindacale unita e la rsu (Rappresentanza Sindacale Unitaria), ha recentemente raggiunto un accordo storico riguardante il Contratto Collettivo Integrativo Triennale e il Fondo Risorse Decentrate per il 2023. Questo importante passo avanti è stato accolto con favore dall’Assessore al Personale, Michele Bertucco, che ha enfatizzato l’importanza di valorizzare il personale comunale.

L’accordo, frutto di intensi negoziati tra tutte le parti coinvolte, definisce un Fondo Risorse Decentrate destinato a riconoscere l’incremento delle competenze, della professionalità e dell’esperienza acquisita dai dipendenti, in risposta a un miglioramento dei servizi offerti ai cittadini. L’Assessore Bertucco ha sottolineato l’impegno con cui sia il settore pubblico che la rsu e le organizzazioni sindacali territoriali hanno collaborato per raggiungere questo risultato equilibrato e proficuo.

Le principali disposizioni dell’accordo includono:

  1. Fondo Risorse Decentrate: È stato istituito un Fondo Risorse Decentrate per il 2023, con un finanziamento di 9.675.000 euro. Questo fondo contribuirà a rafforzare la capacità del Comune di Verona di erogare servizi di alta qualità ai suoi cittadini.
  2. Aumento dell’Indennità di Reperibilità: L’indennità di reperibilità è stata aumentata da 10,33 euro a 12 euro. Questo rappresenta un riconoscimento dell’importante ruolo svolto dai dipendenti comunali nella disponibilità continua e nell’efficienza dei servizi.
  3. Revisione delle Indennità per il Servizio Esterno: Per il personale della Polizia Locale, sono state riviste le indennità per il servizio esterno, in particolare per i turni più disagiati. Questo mira a garantire una compensazione adeguata per le condizioni di lavoro sfidanti che alcuni dipendenti devono affrontare.
  4. Ridefinizione dell’Indennità per le Condizioni di Lavoro: L’accordo include anche la ridefinizione dell’indennità per le condizioni di lavoro, comprese le componenti legate al rischio, al disagio e al maneggio di valori. Questo assicura che le indennità riflettano in modo più accurato le reali sfide e responsabilità dei dipendenti.
  5. Progressioni Economiche: Sono stati definiti criteri per le progressioni economiche nel triennio, con uno stanziamento di 295.000 euro per il 2023. Questi fondi saranno destinati a 40 operatori esperti, 174 istruttori e 73 funzionari con elevata qualificazione, premiando il merito e l’esperienza.

Questo accordo rappresenta un passo avanti significativo nella valorizzazione e nell’apprezzamento del lavoro dei dipendenti comunali, mentre il Comune di Verona continua a impegnarsi per offrire servizi di alta qualità ai suoi cittadini. La collaborazione tra il settore pubblico, la rsu e le organizzazioni sindacali dimostra l’importanza di un dialogo costruttivo per il benessere di tutti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un giorno in più di attesa per la riapertura della galleria che collega l'Adige al...
Vaccinazione e screening, armi vincenti contro il virus...
Verona accoglie l'outdoor con l'installazione di tavoli in PVC riciclato...
Verona Tomorrow