Verona Tomorrow
Accedi

Al Job&Orienta gli studenti dell’UDU Verona contestano Giorgia Meloni

Gli studenti hanno contestato la mancanza di una presa di posizione adeguata da parte del governo riguardo i femminicidi

Gli studenti dell’Udu Verona e della Rete degli Studenti Medi di Verona hanno sollevato la loro voce di protesta durante il Job&Orienta di Verona, manifestazione dedicata all’orientamento lavorativo. La contestazione aveva come destinataria la premier Giorgia Meloni, che era presente all’evento insieme ad altri membri del governo.

Francesca Flori, rappresentante studentesca dell’Udu Verona, ha spiegato le motivazioni di questa contestazione, sostenendo che il governo non ha adottato misure sufficienti per contrastare la violenza contro le donne. In particolare, Flori ha denunciato la “mancanza di una presa di posizione adeguata da parte del governo riguardo i femminicidi“. Gli studenti hanno esposto uno striscione con la scritta “Femminicidio = omicidio di Stato” per sottolineare il loro punto di vista.

Durante l’evento, è avvenuto uno scambio tra la premier Giorgia Meloni e Francesca Flori, in cui quest’ultima ha ribadito il messaggio di protesta degli studenti. Flori ha dichiarato che considerare il femminicidio come un “omicidio di Stato” non è una formula ideologica, ma una presa di coscienza dell’importanza che lo Stato ha nel prevenire questi tragici eventi.

Va notato che durante l’incontro per la firma di un protocollo d’intesa tra il governo e la Regione del Veneto, Giorgia Meloni ha ricordato Giulia Cecchettin, giovane vittima di femminicidio nella regione. La premier ha sottolineato l’importanza di combattere la violenza contro le donne in tutte le sue forme e ha elogiato la legge del governo contro la violenza sulle donne.

Zoe Zevio della Rete degli Studenti Medi di Verona ha ulteriormente motivato le ragioni della protesta studentesca. Ha criticato un progetto educativo chiamato “Educare alle Relazioni”, sostenendo che non sia sufficiente e che corsi extrascolastici facoltativi non siano la soluzione adeguata per affrontare il problema della violenza di genere. Zevio ha sottolineato l’importanza di agire immediatamente e di mantenere alta l’attenzione sul tema dei femminicidi.

Il ministro dell’istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, ha spiegato il progetto promosso dal suo ministero durante l’evento. Il progetto prevede gruppi di discussione e un percorso formativo curato da Indire, con il coinvolgimento degli studenti. Valditara ha dichiarato che il governo ha stanziato 15 milioni di euro per questo progetto, sottolineando l’importanza del dialogo con le associazioni e i sindacati.

Gli studenti dell’Udu hanno annunciato un presidio cittadino per la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, aperto a tutta la cittadinanza, come ulteriore forma di protesta e sensibilizzazione. Il presidio si terrà a Ponte Pietra dalle ore 16.

 

Photo Credits: Ufficio Stampa UDU Verona

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La consigliera Bisinella sollecita interventi per la sicurezza e il rinnovamento....
Scopri le sfide e le peculiarità del prossimo appuntamento elettorale nella provincia veronese....
Analisi delle dichiarazioni della presidente del Consiglio Giorgia Meloni e del governatore Luca Zaia sul...
Verona Tomorrow