Verona Tomorrow
Accedi

Buck: il rivoluzionario cameriere robot di KFC arriva a Verona

L'intelligenza artificiale al servizio dei clienti per un'esperienza di ristorazione unica

Il futuro della ristorazione veloce è arrivato a Verona, e si chiama “Buck“. Questo innovativo cameriere robotico, dotato di intelligenza artificiale, è la nuova aggiunta al ristorante KFC in piazza delle Erbe, rendendo KFC il primo marchio di fast food in Italia a sfruttare l’aiuto della tecnologia per migliorare l’esperienza del cliente.

L’introduzione di Buck a Verona è stata strategica da parte di KFC, poiché la città attira un flusso costante di turisti italiani e stranieri, desiderosi di ammirare le sue bellezze artistiche. Questo significa che anche i visitatori provenienti da lontano potranno sperimentare il primo cameriere robotico di KFC, rendendo l’esperienza culinaria ancora più memorabile.

La realizzazione del prototipo di Buck è stata affidata all’agenzia lombarda Communikare, specializzata in robotica e intelligenza artificiale. Il risultato è un robot “co-bot” o “robot collaborativo” in grado di consegnare fino a quattro vassoi ai tavoli grazie ai suoi avanzati sensori di movimento e rilevazione degli ostacoli.

Il processo è semplice: i clienti possono effettuare il loro ordine tramite il Kiosk o in cassa, quindi selezionare un tavolo e scannerizzare un QR code. Una volta inserito il numero d’ordine presente sullo scontrino, Buck entra in azione, portando ai tavoli il delizioso pollo fritto di KFC.

Marzia Farè, chief marketing officer di KFC Italia, ha sottolineato che l’obiettivo di questa innovazione è offrire un’esperienza unica e memorabile ai clienti. L’introduzione dei robot per il servizio ai tavoli enfatizza l’approccio giovane, cool e innovativo che da sempre caratterizza il marchio KFC.

Dan Ilie, amministratore delegato di US Food Network, ha dichiarato con orgoglio che i test condotti finora hanno dato risultati positivi, e l’obiettivo è estendere l’uso di Buck ad altri ristoranti gestiti in franchising per KFC Italia, che sono 18 e distribuiti in 9 regioni.

Va notato che Buck non sostituisce il personale umano, ma lo supporta nella consegna degli ordini, rendendo il servizio più veloce e divertente. La preparazione del vassoio rimarrà sempre sotto la responsabilità dello staff umano.

In sintesi, l’introduzione di Buck, il cameriere robot di KFC, segna un passo avanti nell’innovazione del settore della ristorazione veloce. Questo “co-bot” è progettato per migliorare l’efficienza del servizio, consentendo al personale umano di concentrarsi su aspetti cruciali come la qualità del servizio e le relazioni con i clienti, rendendo così l’esperienza gastronomica da KFC ancora più speciale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La vicepresidente della Regione del Veneto, Elisa De Berti, illustra i dettagli dell'importante intervento infrastrutturale....
Una Start-Up scaligera combatte lo spreco alimentare con una birra leggera e nutriente fatta con...
Il 14enne si è trovato a praticare un massaggio cardiaco a un uomo che aveva...
Verona Tomorrow