Verona Tomorrow
Accedi

Iniziativa pionieristica a Verona, tutela dei diritti dei trans

Dialogo e memoria, un evento rivoluzionario per i diritti transgender

In un evento senza precedenti a Verona, promosso dal Municipio, si evidenzierà l’importanza della protezione dei diritti delle persone transgender. Il 26 novembre, presso il Centro Tommasoli, si terrà un importante dialogo tra esponenti di spicco: Monica Romano, consigliera transgender presso il Comune di Milano, l’illustre Alessandro Zan, rappresentante del Parlamento, e Jacopo Buffolo, delegato per le pari opportunità.

Secondo le cifre riportate dal Comune di Verona, basandosi sui dati raccolti dall’Associazione Transgenere ACET, nell’arco del 2022, si sono verificati oltre 380 episodi di transfobia a livello mondiale, equivalente a quasi un incidente al giorno nel periodo dal 1° ottobre 2021 al 30 settembre 2022. Questo giorno, 20 novembre, è dedicato alla memoria delle vittime di violenza contro le persone transgender, conosciuto come il Transgender Day of Remembrance o TDoR, un momento di commemorazione della comunità LGBT per ricordare coloro che hanno sofferto a causa dell’odio e del pregiudizio.

L’amministrazione comunale, attraverso la delegazione per le pari opportunità e in collaborazione con le associazioni LGBTQIA+ e il Centro di Ricerca Politiche e Teorie della Sessualità PoliTeSse dell’Università di Verona, ha espresso supporto all’evento “Diritti trans, percorsi istituzionali a confronto“, programmato per domenica 26 novembre, presso il Centro Tommasoli a Borgo Venezia, alle 16.30.

Questo dibattito pubblico, promosso dal Comune di Verona, offrirà un’occasione di dialogo aperto al pubblico, dove figure come Monica Romano, Alessandro Zan e Jacopo Buffolo discuteranno sui diritti delle persone transgender e sulle discriminazioni che affrontano. La presentazione dell’evento è stata fatta proprio da Jacopo Buffolo, insieme a Giovanni Zardini, presidente del Circolo Pink, con la partecipazione di Serena Cavalletti di Pianeta Milk Arcigay Verona e Annalisa Tagliati di Eimì Verona.

L’assessore Jacopo Buffolo ha sottolineato la continuità della collaborazione tra il Comune di Verona, l’Università e le associazioni LGBTQIA+, iniziata il 17 maggio in occasione della Giornata Internazionale contro l’omo-lesbo-bi-transfobia. Ha rimarcato l’importanza di questa iniziativa, la prima del suo genere a Verona, che mira a portare in primo piano le persone transgender, le loro vite e i loro diritti, contribuendo a diffondere consapevolezza su un tema spesso trascurato.

Giovanni Zardini, presidente del Circolo Pink, ha evidenziato la tragica realtà della violenza transfobica, con 312 vittime nel 2023, oltre a 58 suicidi e 18 morti per cause indeterminate. Ha sottolineato l’importanza di giornate commemorative come il 20 novembre e ha richiamato l’attenzione sulle azioni positive intraprese dai gruppi di supporto alle persone transgender, pur riconoscendo che molto resta da fare. Ha invitato le nuove generazioni, i legislatori e le amministrazioni a contribuire attivamente. Il programma completo degli eventi fino al 26 novembre è disponibile sul profilo Facebook del Circolo Pink.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow