Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Ritrovato il corpo senza vita di Giulia Cecchettin: è caccia a Filippo Turetta

Il giovane sarebbe fuggito in Austria a bordo della sua Fiat Punto. Su di lui pende un mandato di cattura europeo

Nel cuore della pittoresca provincia di Pordenone, tra il Lago di Barcis e Piancavallo, si è conclusa tragicamente la ricerca di Giulia Cecchettin, una promettente giovane di 22 anni originaria di Vigonovo. La sua scomparsa, avvenuta il 11 novembre scorso, aveva scosso l’intera comunità locale, ma oggi siamo costretti a confrontarci con una notizia ancora più sconvolgente: il ritrovamento del suo corpo senza vita.

La tragica scoperta di Giulia Cecchettin

Il corpo di Giulia Cecchettin è stato trovato in un canalone lungo la strada turistica che collega il Lago di Barcis a Piancavallo. Un luogo solitario e pacifico, ora contaminato da un oscuro crimine. Giulia, che avrebbe dovuto laurearsi in ingegneria all’Università di Padova la scorsa settimana, è stata vittima di una terribile tragedia.

La relazione e la scomparsa di Filippo Turetta

Al centro di questa drammatica vicenda si trova Filippo Turetta, il coetaneo padovano che aveva avuto una relazione con Giulia. La loro storia d’amore si era conclusa nell’agosto scorso, ma il destino aveva riservato loro un futuro ancora più tragico. Sabato scorso, entrambi erano scomparsi nel nulla, e le forze dell’ordine avevano lanciato una massiccia ricerca che aveva coinvolto carabinieri, vigili del fuoco, volontari e strumenti tecnologici avanzati.

L’intensità della ricerca

Durante questa settimana di angoscia, sono stati impiegati cani molecolari, droni, elicotteri e sommozzatori per cercare di rintracciare Giulia e Filippo. Le ricerche avevano interessato diverse zone del Veneto, ma purtroppo, solo il corpo di Giulia è stato ritrovato senza vita. La direzione seguita dalla Fiat Punto nera guidata da Filippo sembra averlo condotto oltre il confine austriaco.

L’evoluzione dell’indagine

La scoperta del corpo di Giulia Cecchettin potrebbe ora portare a un significativo cambiamento nell’indagine contro Filippo Turetta. Inizialmente, la procura di Venezia lo aveva indagato per tentato omicidio, ma con il ritrovamento della vittima senza vita, l’accusa potrebbe essere modificata in omicidio. A complicare ulteriormente la situazione, esiste un video registrato dalle telecamere di videosorveglianza di Fossò, in provincia di Venezia, che mostra Filippo aggredire Giulia. Sembrerebbe che il giovane abbia ucciso la ragazza in quel luogo, caricato il suo corpo in auto e poi sia fuggito. La triste vicenda si conclude con l’ipotesi che Filippo abbia poi abbandonato il corpo di Giulia Cecchettin nell’area del Lago di Barcis, prima di scappare oltre il confine austriaco.

Questa tragica storia continua a tenere in scacco l’opinione pubblica e le autorità giudiziarie, mentre la comunità si interroga su come sia possibile che una storia d’amore possa trasformarsi in una tale tragedia. La ricerca di Filippo Turetta continua, mentre la giustizia cerca di fare luce su questa terribile vicenda che ha sconvolto la tranquillità di una zona idilliaca.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'uomo condannato a 9 anni di reclusione per gravi reati legati al traffico di persone....
La polizia locale indaga sull'incidente notturno e sulla caccia ai ladri responsabili del furto dell'ambulanza....
Preoccupazioni emergenti e richieste di approfondimenti nei confronti di Agsm-Aim da parte dei Comuni coinvolti...
Verona Tomorrow