Verona Tomorrow
Accedi

Operazione antitruffa, finanziere illegittimo Veronese in prigione

Dalle criptovalute alla cella, la caduta di un promotore abusivo

Un giovane di 27 anni, originario di Verona, è stato recentemente trasferito in prigione dopo un periodo di arresti domiciliari. Questo trasferimento è stato deciso a seguito della sua persistente attività illegale nel campo degli investimenti finanziari, nonostante fosse già sotto vigilanza.

Precedentemente, l’uomo era stato coinvolto in attività illecite riguardanti la promozione e la vendita non autorizzata di servizi e prodotti finanziari. La sua condotta criminale è stata portata alla luce da molteplici denunce per truffa, presentate da cittadini veronesi che sono stati ingannati dalle sue pratiche.

Da almeno il 2021, l’individuo in questione aveva costruito una notevole presenza sui social media, con più di 26.000 seguaci. Si presentava come un individuo di grande successo nel settore finanziario, conducendo uno stile di vita lussuoso e promuovendo attivamente società e eventi legati al mondo delle criptovalute.

Nonostante i limiti imposti dalla detenzione domiciliare, inclusi divieti specifici sull’uso di dispositivi connessi a Internet, il giovane ha continuato a utilizzare il cellulare e il computer per mantenere i contatti esterni. Questa continuazione delle attività illecite ha spinto il giudice del tribunale di Verona a ordinare il suo trasferimento in carcere, come misura cautelare per prevenire ulteriori reati.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il resoconto dell'incidente avvenuto il 22 febbraio con operazioni di soccorso e rilievi delle autorità...
La celebre festa tornerà ad animare le strade di Verona alla fine di aprile, dopo...
Tra scetticismo e determinazione, la battaglia di Tosato sul limite dei mandati...
Verona Tomorrow