Verona Tomorrow
Accedi

Ristrutturazioni di ampia portata: Ater Verona investe 21,7 Milioni di euro in 290 alloggi

Il Superbonus 110% trasforma le case Ater a Fondo Frugose e Via Brioni in esempi di efficienza energetica

Ater Verona sta portando a termine un ambizioso progetto di ristrutturazione che coinvolge 290 alloggi distribuiti in cinque stabili situati a Fondo Frugose e via Brioni a Verona, con un investimento totale di 21.732.169 euro. Questi lavori sono stati esaminati da rappresentanti della Regione Veneto, tra cui il consigliere regionale Alberto Bozza, e dal Comune di Verona, con la presenza dell’assessora alle Politiche sociali e abitative, Luisa Ceni. Ater Verona ha svolto un ruolo centrale in questa iniziativa, con il presidente Matteo Mattuzzi, il vicepresidente Emanuele Tosi, il consigliere Giuseppe Mazza, il direttore Franco Falcieri, il responsabile Mauro Dian e i funzionari di EnelX e Alperia, i general contractor responsabili delle lavorazioni.

Questi progetti di ristrutturazione sono stati resi possibili grazie agli incentivi fiscali del Superbonus 110% e rappresentano solo una parte di un piano più ampio che coinvolgerà circa duemila alloggi in tutto il territorio di Verona e provincia, con una spesa complessiva di circa 100 milioni di euro. Il presidente Mattuzzi ha sottolineato l’importanza di questi interventi, sia dal punto di vista finanziario che da quello delle opere realizzate, dimostrando come Ater Verona abbia lavorato con successo negli ultimi anni per sfruttare appieno le risorse disponibili per migliorare la sicurezza sismica ed energetica dei propri immobili. È importante notare che, nel Veneto, solo le Ater di Verona e Padova hanno saputo cogliere queste opportunità fiscali.

L’intervento a Fondo Frugose, che riguarda gli edifici situati in via Marotto e via Gentilin, ha coinvolto 200 alloggi suddivisi in quattro stabili. Le principali aree di intervento hanno riguardato l’efficientamento energetico, con l’isolamento delle pareti, la sostituzione dei serramenti e degli avvolgibili, per un totale di 14.419.085 euro di investimento. Nel caso di via Brioni, sono stati interessati 93 alloggi, con lavori che hanno comportato una spesa di 7.313.084 euro. Questi interventi hanno riguardato sia l’efficientamento energetico che la sicurezza sismica, con l’isolamento delle pareti verticali, la sostituzione dei sistemi di riscaldamento e dei generatori di calore, la sostituzione degli infissi esterni e l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia.

Il consigliere regionale Alberto Bozza ha elogiato Ater Verona come un esempio di successo a livello regionale, grazie alla mole di lavoro e agli obiettivi raggiunti grazie agli incentivi fiscali del Superbonus 110%. In un periodo di difficoltà economica, questi interventi consentono alle famiglie di ottenere risparmi immediati sulle spese relative alle utenze.

Anche il Comune di Verona ha riconosciuto il valore del lavoro svolto da Ater Verona, sottolineando come le famiglie avranno accesso a case con prestazioni notevolmente migliorate, caratterizzate da un’elevata efficienza energetica e la possibilità di risparmiare sui costi. L’approfondito sopralluogo sui cantieri ha evidenziato l’impegno delle persone coinvolte, tra cui operai, inquilini e progettisti, che ha permesso di completare con successo la riqualificazione energetica nei tempi previsti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Scopri chi sono i nominativi proposti e le modalità di voto per il rinnovo dell'organo...
Dalla violenza alle proteste pacifiche: l'eco dei recenti eventi e le mobilitazioni future...
Scopri le sfide e le peculiarità del prossimo appuntamento elettorale nella provincia veronese....
Verona Tomorrow