Verona Tomorrow
Accedi

Verona proroga le tariffe agevolate dei bus ATV fino a giugno 2024

Nessun aumento tariffario e nuove agevolazioni per gli utenti dei trasporti pubblici ATV

Nessuna preoccupazione per gli utenti dei bus Atv a Verona, almeno fino a giugno 2024. Il Comune ha annunciato la proroga di tutte le tariffe agevolate e le agevolazioni sui bus Atv, mantenendo fermo il progetto di contenimento dei rincari applicati da Atv alla fine di giugno scorso.

Quattro Misure di Sostegno Mantenute

Il Comune ha adottato quattro misure di sostegno, tra cui l’introduzione di due nuove tipologie di biglietti, iniziate in via sperimentale e ora confermate fino al 30 giugno 2024. Questa decisione è stata presa in seguito alla proposta dell’Assessore alla Mobilità, Tommaso Ferrari, con un nuovo stanziamento di 90 mila euro, che si aggiunge ai primi 300 mila euro erogati la scorsa estate per sostenere l’iniziativa da luglio fino a fine dicembre 2023.

Agevolazioni Tariffarie in Vigore

Il biglietto urbano gruppi rimarrà valido fino alla prossima estate. Questo biglietto consente a un gruppo di quattro persone, composto da un adulto e tre minori di 14 anni, da due adulti e due minori di 14 anni, oppure da quattro adulti over 70, di viaggiare insieme per un viaggio di andata e ritorno ciascuno della durata di 90 minuti al prezzo di 8 euro, con un onere a carico del Comune pari a 2 euro.

Il biglietto a fasce orarie, che permette di viaggiare sulla rete urbana dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17 al costo di un euro, con un onere a carico del Comune pari a 0,30 euro, è un’altra opzione vantaggiosa per gli utenti.

Prezzi dei Biglietti Esistenti Ridotti

Per quanto riguarda i biglietti esistenti, il Comune ha confermato la riduzione del costo del carnet da 10 corse, che ora ha un prezzo di 12,50 euro anziché 13,50 euro, con un onere a carico del Comune di 1 euro. Inoltre, il biglietto giornaliero urbano rimane a 5 euro e può essere utilizzato da un adulto e da un minore di 14 anni che viaggiano insieme.

Motivazioni dietro la Proroga

L’aumento dei prezzi da parte dell’Azienda Trasporti Verona è stato reso necessario a causa dell’incremento dei costi, in particolare quelli legati al carburante, e delle mancate entrate durante la pandemia di Covid-19. Questo ha portato il biglietto ordinario, sia urbano che extraurbano, a costare da 1,30 a 1,50 euro e il biglietto giornaliero urbano da 4 a 5 euro.

Appello alla Regione Veneto

Michele Bertucco, Assessore al Bilancio, ha evidenziato che questa proroga va incontro alle difficoltà legate ai cantieri filovia di via Città di Nimes, incoraggiando l’uso dei bus anziché dell’auto privata e sostenendo le famiglie e gli utenti più vulnerabili. Invita inoltre la Regione Veneto a contribuire a supporto di questa iniziativa, seguendo l’esempio delle Regioni Emilia Romagna e Lombardia, che finanziavano il trasporto pubblico con risorse proprie in aggiunta agli interventi statali.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La tecnologia della "scatola nera" offre un'alternativa intelligente per ridurre l'impatto delle auto inquinanti nella...
Svelate le date e le novità del test di ammissione alla facoltà di Medicina e...
La celebre festa tornerà ad animare le strade di Verona alla fine di aprile, dopo...
Verona Tomorrow