Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Sciopero dei Driver BRT a San Giovanni Lupatoto: protesta per il premio natalizio

I driver BRT del Veneto scioperano a San Giovanni Lupatoto per difendere il loro diritto al premio natalizio. Scopri di più sulla protesta e le critiche della Filt Cgil.

I driver delle sedi BRT del Veneto sono pronti a un duro sciopero di 24 ore, che inizierà dalla mezzanotte di venerdì 22 dicembre e si concluderà alla mezzanotte di sabato 23 dicembre. Uno degli eventi centrali di questa protesta avrà luogo nell’hub di San Giovanni Lupatoto, situato a Verona, dalle ore 8.00 alle 11.00 di domani, venerdì.

Una Rivendicazione Importante

La mobilitazione dei driver ha lo scopo di contrastare una decisione aziendale che ha creato profonda insoddisfazione tra i lavoratori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, le uniche due regioni in Italia coinvolte. La questione riguarda il premio natalizio, che può raggiungere un massimo di 650 euro e che è legato alla presenza effettiva durante le festività. La decisione dell’azienda di escludere queste due regioni dalla corresponsione del premio è basata sulla contrattazione regionale di secondo livello, che già prevede alcune maggiorazioni non presenti altrove.

Critiche da Parte della Filt Cgil

La Filt Cgil di Verona ha reagito con forza a questa decisione, definendola “una posizione debole e insostenibile”. Secondo il sindacato, questa scelta dell’azienda non fa altro che aggravare la tensione nell’ambiente aziendale, che già è surriscaldato a causa del commissariamento in atto. Il premio natalizio è stato istituito proprio per riconoscere il picco di lavoro durante le festività, ma sembra che questa finalità sia stata messa in discussione dall’azienda.

Inoltre, la Filt Cgil Verona ha sollevato alcune questioni riguardo alla struttura organizzativa dell’azienda. Si è scoperto che gli unici dipendenti diretti dell’azienda sembrano essere gli impiegati amministrativi che lavorano negli uffici. I magazzinieri sono in appalto, mentre i driver sono assunti da una serie di società, alcune delle quali sono sconosciute persino ai lavoratori stessi. Questa situazione rende difficile ottenere informazioni precise sulla dimensione delle forze di lavoro. Stime indicano che a Verona ci siano circa 200 driver, più di 100 magazzinieri e poco meno di 100 impiegati amministrativi.

I driver delle sedi BRT del Veneto sono pronti a un duro sciopero di 24 ore, che inizierà dalla mezzanotte di venerdì 22 dicembre e si concluderà alla mezzanotte di sabato 23 dicembre. Uno degli eventi centrali di questa protesta avrà luogo nell’hub di San Giovanni Lupatoto, situato a Verona, dalle ore 8.00 alle 11.00 di domani, venerdì.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sottotitolo: SkyAlps ha annunciato la soppressione del collegamento diretto Verona-Roma, cosa significa per i passeggeri?...
Sicurezza e coraggio, il ruolo chiave di un addetto alla vigilanza nella gestione di un...
Il reparto ortopedico dell'ospedale Mater Salutis adotta il sistema robotico "Mako" per garantire maggiore precisione...
Verona Tomorrow