Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Rivoluzione digitale nel turismo Veneto, arriva il biglietto unico per trasporti e servizi

La Regione del Veneto implementa una piattaforma MaaS con finanziamento Pnrr per semplificare la pianificazione degli itinerari e offrire un servizio integrato di trasporto e altri servizi.

Il Veneto si prepara a un futuro di mobilità più efficiente e integrata grazie al progetto MaaS (Mobility as a Service), finanziato dal Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). La vicepresidente della Regione, Elisa De Berti, insieme all’assessore all’Agenda Digitale, Francesco Calzavara, ha annunciato il potenziamento dei servizi digitali per la mobilità attraverso la creazione di una piattaforma innovativa.

La piattaforma digitale in sviluppo permetterà ai cittadini e ai turisti di pianificare facilmente itinerari utilizzando diverse forme di trasporto pubblico locale. Ciò non solo semplificherà gli spostamenti, ma offrirà anche l’accesso a servizi aggiuntivi come la prenotazione di hotel, noleggio auto e acquisto di biglietti per eventi culturali.

Il progetto, finanziato con 2,3 milioni di euro dal Pnrr nell’ambito del bando “MaaS4Italy – 7 Territori”, coinvolge territori turistici chiave come il lago di Garda, il litorale veneziano e le città d’arte di Padova, Venezia, Verona e Cortina, in vista dei Giochi Olimpici Invernali. L’obiettivo è rendere il Veneto una “data region”, con una piattaforma infrastrutturale pubblica che colleghi operatori del trasporto pubblico, fornendo dati per un servizio sempre più strutturato, efficiente, sostenibile e intermodale.

Il protocollo approvato prevede un finanziamento di 1,7 milioni di euro per la società in house Cav Spa, con il resto delle risorse destinato alle aziende di trasporto coinvolte nel progetto. Questa collaborazione mira a raccogliere dati fondamentali per costruire un registro digitale degli operatori del trasporto pubblico, contribuendo così a un servizio di mobilità sempre più avanzato.

Il progetto si propone di testare la piattaforma MaaS dalla seconda metà del 2024, coinvolgendo un campione significativo di utenti per valutarne le potenzialità e identificare possibili miglioramenti. Con questa iniziativa, il Veneto si pone all’avanguardia nell’adozione di soluzioni digitali per la mobilità, contribuendo a una trasformazione positiva nell’erogazione dei servizi pubblici.

L’assessore all’Agenda Digitale, Francesco Calzavara, ha sottolineato come questo progetto si inserisca nell’ambito dell’impegno del Veneto a diventare una “data region”, enfatizzando l’importanza di raccogliere, analizzare ed elaborare dati per sviluppare politiche e servizi pubblici più efficaci. La piattaforma MaaS rappresenta un passo fondamentale per completare il verticale sulla mobilità all’interno della Veneto data platform, aprendo la strada a nuovi servizi avanzati per i cittadini.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sicurezza e coraggio, il ruolo chiave di un addetto alla vigilanza nella gestione di un...
Il reparto ortopedico dell'ospedale Mater Salutis adotta il sistema robotico "Mako" per garantire maggiore precisione...
Un giorno in più di attesa per la riapertura della galleria che collega l'Adige al...
Verona Tomorrow