Verona Tomorrow
Accedi

Nuova ondata di multe a Pai, Adiconsum interviene

Sanzioni aggiuntive per mancata comunicazione del conducente sotto la lente di Adiconsum

Nel comune di Pai, situato nella provincia di Torri del Benaco, gli automobilisti stanno affrontando un’ondata di sanzioni riguardanti l’uso degli autovelox. Adiconsum, un’associazione di tutela dei consumatori, ha recentemente evidenziato che è possibile annullare alcune di queste multe.

Molti conducenti, già penalizzati in passato per eccesso di velocità, ora ricevono ulteriori multe. La ragione? Non hanno fornito le informazioni sull’identità del guidatore al momento dell’infrazione. Secondo quanto riportato da Adiconsum Verona, questi nuovi verbali potrebbero avere delle irregolarità che ne consentono l’annullamento. Tuttavia, è necessario presentare un ricorso specifico per farlo.

Recentemente, molti residenti che avevano già subito sanzioni tramite l’autovelox di Pai hanno contattato Adiconsum Verona. Questi automobilisti hanno ricevuto nuove multe, a partire da 291 euro più spese, per non aver comunicato alle autorità locali i dettagli del conducente al momento dell’infrazione, un dato fondamentale in caso di violazioni che comportano la perdita di punti dalla patente.

Alcuni di questi residenti affermano di aver ricevuto ingiustamente queste nuove sanzioni, convinti di aver già fornito tutte le informazioni necessarie in tempo. In alcuni casi, le notifiche sono arrivate oltre il termine legale previsto, mentre in altri, le sanzioni sono state emesse nonostante la corretta trasmissione delle informazioni.

Matteo Ostengo, avvocato del team legale di Adiconsum Verona, spiega che il problema più comune è la notifica dei verbali oltre i 150 giorni dall’originale. I proprietari dei veicoli hanno 60 giorni per inviare i dati del conducente; successivamente, l’Amministrazione ha altri 90 giorni per emettere un nuovo verbale in caso di mancata comunicazione. Ostengo sottolinea l’importanza di conservare una prova dell’invio di queste informazioni, sia essa cartacea o digitale, per contestare eventuali verbali successivi.

Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona, avverte che la presenza di irregolarità nei verbali non esonera automaticamente dall’obbligo di pagamento delle multe. È necessario impugnare la validità del verbale tramite ricorso al prefetto o al giudice di pace. Adiconsum Verona offre assistenza per valutare la legittimità di questi verbali, con sportelli disponibili in tutta la provincia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow