Verona Tomorrow
Accedi

Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne: tutti gli eventi in provincia di Verona

Sensibilizzare, educare, combattere: la provincia di Verona si unisce contro la violenza sulle donne

Sabato 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, un momento cruciale per sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la lotta contro questo grave problema sociale. In provincia di Verona, numerosi eventi ed iniziative sono in programma per commemorare questa giornata e promuovere il rispetto e l’uguaglianza di genere.

“Riguarda anche te” – Un ciclo di incontri a Verona

Il capoluogo veronese ha lanciato il ciclo di incontri “Riguarda anche te” per affrontare il tema della violenza di genere. Questi incontri sono già in corso e continueranno nei prossimi giorni, con appuntamenti il 27 novembre nell’auditorium delle scuole Pacinotti e il 28 novembre al centro culturale di Montorio. Ma non è tutto, mostre, spettacoli, presentazioni di libri e convegni si susseguiranno fino al 5 dicembre, offrendo molteplici opportunità di coinvolgimento.

Eventi in provincia di Verona

Oltre al capoluogo, numerosi comuni della provincia si stanno impegnando per promuovere la Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne. Ad Angiari, il 25 novembre, partirà una camminata non competitiva denominata “Nemmeno con un fiore” per contrastare la violenza. A Bardolino, il 26 novembre, il Teatro Corallo ospiterà l’opera Carmen di Bizet, che affronta il tema del femminicidio.

In vari comuni, come Belfiore, Caldiero, Illasi, Colognola ai Colli e Mezzane di Sotto, saranno allestite mostre di manifesti che mettono in evidenza la “violenza invisibile delle parole”. Bovolone, d’altro canto, ha in programma un incontro con la criminologa Roberta Bruzzone e un’installazione artistica sui temi della violenza di genere, seguiti da una “Corsa in Rosa”.

Anche Bussolengo illuminerà la fontana di Piazza 26 Aprile di rosso e deposerà mazzi di fiori sulle panchine rosse del paese in memoria delle vittime di violenza. A Buttapietra, lo spettacolo teatrale “Malamore” verrà messo in scena per sensibilizzare sul tema.

Iniziative culturali e artistiche in provincia

Casaleone ospiterà uno spettacolo teatrale e di danza dal titolo “Di coraggio… Vestiti”, mentre Castel d’Azzano concentrerà vari eventi il 25 novembre, tra cui l’inaugurazione di una panchina rossa e incontri culturali. Cerea propone la mostra “Rispetto a tutto tondo” di Roberto Corso e un convegno sull’educazione. Dolcè organizzerà una fiaccolata contro la violenza sulle donne e una mostra fotografica sullo stalking.

Fumane terrà un incontro sul tema della “Violenza offline e online”, mentre Grezzana presenterà una performance di danza contro le violenze di genere. Isola della Scala promuoverà un incontro con l’autrice Ornella Della Libera e installerà la “Panchina del Rispetto”. Isola Rizza ospiterà un’esposizione di libri sulla violenza di genere.

Eventi in altri comuni

Legnago, Negrar, Nogara, Oppeano, Povegliano, Ronco all’Adige, San Bonifacio, San Giovanni Lupatoto, San Martino Buon Albergo, Sant’Anna d’Alfaedo, Sona, Veronella, e Villafranca hanno tutti programmato eventi e iniziative per sensibilizzare sulla violenza di genere. Da concerti a letture, da proiezioni cinematografiche a spettacoli teatrali, c’è una vasta gamma di attività in corso.

Iniziative nelle scuole e concorso culturale

Inoltre, molte scuole primarie e secondarie hanno partecipato al concorso “2023, Anno della Cultura e del Rispetto”, contribuendo a sensibilizzare gli studenti sul tema della violenza di genere. Gli elaborati premiati sono stati presentati da diverse scuole, dimostrando un impegno diffuso tra i giovani per combattere questo problema.

Appuntamento alla Loggia di Fra’ Giocondo

Infine, la commissione provinciale si riunirà nella Loggia di Fra’ Giocondo, al Palazzo Scaligero di Verona, sabato 2 dicembre alle 10, per affrontare il tema delle parole e dei gesti che preludono alla violenza, fino al femminicidio. Questo incontro, intitolato “Verba et quantum”, sarà aperto al pubblico e vedrà la partecipazione della psicologa Franca Consorte, dell’avvocato Silvia Fiorio e della moderatrice Beatrice Mantovani, assistente sociale. Un’opportunità importante per approfondire ulteriormente questo cruciale problema sociale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una settimana di sport e cultura per giovani e famiglie nel cuore di Verona...
Un viaggio dalla sua origine romana a teatro lirico all'aperto, attraverso monumenti storici e piazze...
Verona Tomorrow