Verona Tomorrow
Accedi

Rivoluzione culturale a Verona: da febbraio 2024 nuove tariffe per tutti i musei

Residenti e giovani al centro delle nuove agevolazioni dei Musei Civici veronesi

A partire dal 2024, i Musei Civici di Verona si arricchiscono di un piano tariffario aggiornato e di facilitazioni per i visitatori residenti: con soli 12 euro sarà possibile accedere a tutti i luoghi di interesse culturale cittadini durante l’intero arco dell’anno, ad eccezione della nota Casa di Giulietta. Il nuovo schema prevede l’introduzione di tre categorie di tariffe basate sulla tipologia e sulla popolarità del sito culturale, a partire dal 1° febbraio del suddetto anno.

I dettagli del nuovo piano tariffario includono:

  • Un biglietto di ingresso a 12 euro per i punti di massimo interesse turistico, come l’Arena e la Casa Museo di Giulietta.
  • Un costo d’ingresso di 9 euro per le strutture museale-monumentali quali il Museo di Castelvecchio e il Museo Archeologico presso il Teatro Romano.
  • Un ticket di ingresso di 6 euro per il Museo di Storia Naturale, il Museo Lapidario Maffeiano, il Museo degli Affreschi situato presso la Tomba di Giulietta e la Galleria d’Arte Moderna.

Per quanto concerne i vantaggi per i residenti, il Comune ha presentato la MUV Card annuale, che permette ingressi illimitati alla tariffa annuale simbolica di 12 euro, tranne che per la Casa di Giulietta, per la quale permangono specifiche limitazioni. Queste card elettroniche personalizzate serviranno anche come strumento per raccogliere dati sull’affluenza e sulle abitudini dei visitatori.

Per il pubblico più giovane, è stata elevata l’età per l’ingresso gratuito da sotto i 14 a sotto i 18 anni, con tariffe ridotte per i visitatori UE dai 18 ai 25 anni. La strategia mira a promuovere la cultura tra i giovani, incentivando la loro partecipazione e apprezzamento dei beni culturali.

Il nuovo piano di prezzi è stato ufficializzato in un convegno presso la sala Arazzi da Marta Ugolini, assessora alla cultura, e Francesca Rossi, direttrice dei Musei civici. Queste modifiche non solo si propongono di rafforzare il legame tra i cittadini e il patrimonio museale ma anche di omogeneizzare i costi di visita con quelli praticati in altre città d’arte del panorama nazionale, senza aggiunte per la prenotazione online o la prevendita, consentendo così un migliore accesso e godimento delle opere esposte.

In conclusione, le tariffe agevolate saranno mantenute per la prima domenica di ogni mese da novembre a marzo, dove i visitatori potranno accedere a prezzo ridotto di 1 euro, e l’entrata gratuita per gli over 65. Ulteriori dettagli sulle agevolazioni disponibili possono essere trovati sul sito ufficiale dei Musei Civici di Verona.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Strategie di vigilanza urbana, autovelox, telelaser e UMP a tutela dei cittadini...
L'ateneo scaligero si distingue per l'incremento significativo delle immatricolazioni e l'ampliamento dell'offerta formativa, in linea...
La vicepresidente della Regione del Veneto, Elisa De Berti, illustra i dettagli dell'importante intervento infrastrutturale....
Verona Tomorrow