Verona Tomorrow
Accedi

Solidarietà e spirito Alpino, il Natale a Verona

La comunità di San Zeno si riunisce per la tradizionale messa delle Penne Nere

Nel cuore storico di Verona, presso l’imponente Basilica di San Zeno, si è svolta una solenne celebrazione natalizia, distintiva per la presenza significativa delle Penne Nere locali. Questa liturgia, avvenuta il 17 dicembre, ha visto la partecipazione di numerose figure di spicco, tra cui il vescovo emerito Giuseppe Zenti, l’abate di San Zeno, don Gianni Ballarini, e il cappellano sezionale, don Rino Massella. La basilica si è riempita di alpini, testimoniando la loro presenza attiva e solidale nella comunità, non solo durante il periodo natalizio ma per tutto l’anno.

L’anno appena trascorso ha evidenziato il ruolo fondamentale degli alpini veronesi nel fornire supporto e assistenza nelle situazioni di emergenza. Il loro impegno si è manifestato in diverse occasioni, tra cui gli interventi nelle regioni dell’Emilia Romagna e della Toscana, colpite da gravi alluvioni e problemi idrogeologici. Un esempio notevole è stato il loro intervento durante l‘alluvione dell’Adige, dove hanno lavorato instancabilmente per prevenire danni maggiori. Queste azioni sottolineano l’impegno degli alpini nel servire la comunità, anche nelle situazioni più critiche.

Il presidente dell’Associazione Nazionale Alpini di Verona, Maurizio Trevisan, ha sottolineato l’importanza della solidarietà e dell’unione per il conseguimento della pace universale, citando Gianni Rodari nel suo discorso. Ha messo in evidenza come, nonostante le lezioni della storia, la pace rimane un obiettivo da perseguire attivamente. Trevisan ha ribadito l’impegno dell’associazione nel lavorare collettivamente e con spirito di servizio, superando individualismi e isolamento.

L’evento è stato impreziosito dalla presenza di autorità civili e militari, tra cui l’assessora alla sicurezza Stefania Zivelonghi, il presidente della Provincia Flavio Pasini, il parlamentare Flavio Tosi, e altri rappresentanti regionali e locali. La cerimonia è stata accompagnata dal coro Ana “Tremonti” di Montecchia di Crosara e seguita da un corteo alpino.

Le celebrazioni si sono concluse in piazza San Zeno, dove la comunità si è riunita per uno scambio di auguri e un ristoro a base di minestrone, vin brulè e una fetta del tradizionale Pandoro della Solidarietà Alpina. Quest’ultimo rappresenta non solo una delizia natalizia, ma anche un simbolo di raccolta fondi per progetti di solidarietà portati avanti dall’Ana Verona.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow