Verona Tomorrow
Accedi

Falsa beneficenza alla Decathlon, arrestati per molestie e aggressione

Impostori si spacciano per sordomuti a Dossobuono, creando scompiglio e violando la legge

Un episodio di inganno e aggressione ha turbato la tranquillità di un noto negozio sportivo in Dossobuono. Sabato scorso, un gruppo di quattro persone senza fissa dimora, di cui tre uomini di origine romena intorno ai 30 anni e una donna moldava di 28 anni, hanno messo in atto una falsa raccolta fondi.

Presentandosi come rappresentanti di persone con disabilità, hanno utilizzato moduli contraffatti con il logo dell’Unione Europea e di organizzazioni per i diritti delle persone con disabilità. Questi moduli, redatti sia in italiano che in inglese, erano finalizzati a raccogliere donazioni ingannevoli.

Le persone coinvolte hanno simulato di essere sordomute, chiedendo ai clienti del negozio donazioni di almeno 20 euro, mostrandosi aggressive e moleste nei confronti di chi offriva meno. Il loro comportamento ha suscitato sospetti tra i dipendenti del negozio, che hanno prontamente allertato le autorità locali.

Durante la loro permanenza nel negozio, una discussione con un cliente che si era rifiutato di donare la somma richiesta ha preso una piega violenta. Una donna del gruppo ha tentato di sottrarre il portafoglio del cliente, scatenando un alterco che ha portato a un’aggressione. Successivamente, il gruppo ha cercato di lasciare il negozio, ma è stato intercettato dalla sicurezza, con cui si è scatenato un altro confronto fisico.

Grazie al tempestivo intervento delle forze dell’ordine, che hanno fermato il veicolo usato dal gruppo poco dopo in un vicino paese, è emerso che si trattava di truffatori seriali con precedenti specifici. Sono stati accusati di resistenza a pubblico ufficiale, truffa e tentata rapina.

La polizia locale invita i cittadini a rimanere vigili e a segnalare qualsiasi sospetto di truffa, fornendo anche un numero per le emergenze. Questo incidente sottolinea l’importanza della consapevolezza e della prudenza nell’affrontare situazioni di apparente beneficenza.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow