Verona Tomorrow
Accedi

Confermata la condanna per i turisti tedeschi che investirono e uccisero Greta Nedrotti e Umberto Garzarella sul Lago di Garda

La corte d'appello di Brescia respinge l'appello dei condannati, confermando le pene per omicidio colposo e naufragio colposo

Nel processo che ha seguito l’incidente sul Lago di Garda in cui Greta Nedrotti e Umberto Garzarella persero la vita, i due turisti tedeschi responsabili, Patrick Kassen e Christian Teismann, hanno visto respinto il loro appello per ottenere l’assoluzione o uno sconto di pena. La corte d’appello di Brescia ha confermato le loro condanne, sottolineando la gravità delle loro azioni.

Nel giugno del 2021, Patrick Kassen era alla guida del motoscafo Riva di proprietà di Christian Teismann, che viaggiava a velocità elevata sul Lago di Garda. Entrambi erano in stato di ebrezza quando la loro imbarcazione travolse Greta Nedrotti, di 25 anni, e Umberto Garzarella, di 36 anni, al largo di San Felice. La tragedia scosse profondamente la comunità locale e suscitò indignazione in tutto il paese.

Nonostante le scuse pubbliche di Teismann prima della sentenza di ieri, la corte d’appello ha ritenuto che queste non fossero sufficienti a giustificare una revisione delle loro condanne. Patrick Kassen è stato condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione, mentre Christian Teismann dovrà scontare una pena di 2 anni e 11 mesi. La decisione della corte dimostra l’importanza di responsabilizzare coloro che commettono reati gravi e mette in evidenza l’importanza della sicurezza sulle acque e del rispetto delle leggi in materia di navigazione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow