Verona Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Verona attiva la rinascita urbana, fase operativa per immobili abbandonati

Il Comune di Verona si impegna nella lotta al degrado urbano con nuove iniziative

Gli immobili abbandonati e degradati a Verona stanno ora affrontando una fase operativa significativa, dopo la conclusione della mappatura iniziale. Il Comune di Verona ha annunciato l’inizio degli incontri con i proprietari di questi edifici e aree al fine di informarli sulle nuove procedure adottate e per concordare gli interventi necessari.

Finora, sono state individuate circa una trentina di edifici e aree, sia di proprietà pubblica che privata, che richiedono particolare attenzione, con una decina di essi considerati ad alto rischio di degrado. Tra questi, rientrano le ex Officine Cardi al Chievo, alcune vaste aree in via Gardesane e altri edifici sparsi sul territorio.

Il processo prevede che il Comune contatti i proprietari per avviare il processo di messa in sicurezza dell’immobile. In caso di mancato rispetto delle indicazioni fornite, l’Amministrazione comunale emetterà un’ordinanza contingibile e urgente, con conseguenti possibili denunce penali.

Questo iter è già stato applicato con successo su due aree precedentemente identificate come a rischio, ovvero l’ex deposito della stazione di Porta Vescovo (Adige Docks) e le ex Officine Falconi, dove il Comune è intervenuto per prevenire il degrado.

L’approccio attuale mira a limitare il degrado di aree ed edifici in disuso che presentano un maggiore rischio, grazie alla collaborazione tra diversi attori, tra cui la polizia locale e i settori Informatica e Manutenzioni edilizie. Questa sinergia ha portato a una maggiore efficienza nei processi interni del Comune e nell’interazione con i numerosi uffici coinvolti.

Parallelamente, il processo sta valutando soluzioni per gli immobili momentaneamente dismessi di proprietà del Comune, come le ex Piscine Lido, che saranno demolite per un uso temporaneo degli spazi in collaborazione con i cittadini, e gli stabili all’interno del giardino Raggio di Sole, per i quali si sta definendo un utilizzo a fini sociali. Questi sforzi mirano a migliorare il tessuto urbano e la qualità della vita nella città di Verona.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Riallocazione dei cavi elettrici di alta tensione per evitare interferenze con la linea Alta Velocità...
Locandina mostra sul Donbass
L'esposizione, documentata dal fotografo Vittorio Rangeloni, si apre tra controversie e dibattiti politici...
L’accesso gratuito alle farmacie veronesi ora disponibile su qualsiasi dispositivo senza necessità di download...

Altre notizie

Verona Tomorrow