Verona Tomorrow
Accedi

Soccorso notturno sul Lago di Garda, con condizioni avverse

Coppia salvata da nebbia e guasto, un esempio di prudenza in mare

Durante una serata tranquilla sul Lago di Garda, un’imprevista avventura ha coinvolto due amanti della navigazione partiti dal pittoresco porto di Lazise. La loro escursione notturna è stata interrotta da un guasto improvviso al motore della loro imbarcazione, lasciandoli in balia delle onde nel settore meridionale del lago.

Nel tentativo di attirare l’attenzione, gli sventurati navigatori hanno sparato un razzo di segnalazione di colore rosso, che però è passato inosservato a causa di una densa nebbia che si è abbattuta sull’area. In un disperato tentativo di ricevere aiuto, hanno contattato un amico per un intervento di soccorso. Tuttavia, l’amico ha dovuto arrestare il proprio approccio a un miglio di distanza dalla costa, ostacolato dalla scarsa visibilità. Anche lui, successivamente, ha richiesto assistenza.

I due uomini hanno quindi fatto ricorso al servizio di emergenza del lago, contattando il numero 1530, operativo 24 ore su 24. La richiesta di aiuto è stata ricevuta dalla centrale operativa della guardia costiera di Salò, responsabile delle operazioni di ricerca e salvataggio (SAR) sull’intero lago.

Le unità di soccorso, guidate dalla centrale operativa e dotate di avanzate strumentazioni radioelettriche, si sono messe in azione. La visibilità ridotta a meno di cinque metri e le temperature prossime allo zero hanno reso l’intervento particolarmente difficile. Nonostante ciò, la prima imbarcazione è stata prontamente localizzata e guidata verso la seconda, che aveva subito il guasto al motore. Entrambe sono state poi trainate verso un porto sicuro a Pacengo di Lazise, dove sono state ormeggiate intorno alle 22.

Le operazioni di soccorso hanno visto il coinvolgimento anche dei vigili del fuoco di Bardolino,

Sollecitati dalla guardia costiera di Salò per fornire ulteriore assistenza. Questo episodio ha evidenziato l’importanza della prudenza in mare, specialmente in condizioni meteorologiche avverse o di visibilità ridotta.

La guardia costiera di Garda, sottolineando il buon esito dell’operazione, ha rinnovato l’appello a tutti i diportisti e agli utenti del lago: evitare navigazioni rischiose e, in caso di emergenza, rivolgersi immediatamente alle autorità competenti tramite il numero 1530. L’intervento di terze parti non autorizzate, come nel caso dell’amico dei diportisti, può complicare ulteriormente la situazione, rendendo necessarie operazioni di salvataggio più complesse.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow