Verona Tomorrow
Accedi

Verona al centro della crisi, sfide e statistiche degli incidenti sul lavoro nel 2023

Un'analisi approfondita rivela la crescente preoccupazione per la sicurezza sul lavoro in Veneto

Negli ultimi mesi del 2023, la provincia di Verona ha segnalato il più alto numero di incidenti sul lavoro, sia mortali che non, nell’intera regione del Veneto.

Questi dati allarmanti sono stati rivelati da un recente studio condotto dal Vega Engineering Observatory di Mestre. Il rapporto sottolinea che Verona guida la classifica regionale sia per il numero complessivo di incidenti sul lavoro sia per i casi di decesso. La situazione viene descritta come una “strage silenziosa“, che continua inarrestabile. La relazione critica la mancanza di formazione adeguata e di addestramento efficace, fondamentali per prevenire gli incidenti lavorativi.

Mauro Rossato, presidente dell’Osservatorio Vega Engineering, evidenzia l’importanza di un cambiamento culturale, partendo dai datori di lavoro fino ai lavoratori. Sottolinea anche che, nonostante il Veneto registri un tasso di mortalità leggermente inferiore alla media nazionale (28,9 morti per milione di occupati contro i 29,1 della media italiana), la situazione richiede un’attenzione urgente.

Un’analisi dettagliata del periodo gennaio-ottobre 2023 mostra che Verona è l’unica provincia in “zona rossa“, con un tasso di mortalità di 52,9. Altre province come Belluno, Rovigo e Treviso seguono con tassi di mortalità significativamente più bassi. Venezia e Padova si collocano in “zona gialla”, mentre Vicenza è in “zona bianca” con il tasso più basso.

Dal punto di vista numerico, si sono registrati 81 decessi da gennaio a ottobre 2023, con una lieve diminuzione rispetto all’anno precedente. Verona, ancora una volta, registra il numero più alto di decessi. Questo trend si conferma anche escludendo gli infortuni “in itinere” (cioè durante il tragitto verso il luogo di lavoro).

In termini di decessi complessivi e infortuni sul lavoro, il Veneto si posiziona terzo a livello nazionale, preceduto solo da Lombardia e Campania. Le denunce complessive di infortuni in Veneto rappresentano circa il 12% del totale nazionale.

Verso la fine di ottobre 2023, c’è stata una diminuzione del 18,1% nel numero totale di denunce di infortunio rispetto all’anno precedente, un calo attribuito principalmente alla riduzione degli infortuni legati al Covid-19.

Infine, le statistiche mostrano che il settore manifatturiero continua a guidare la classifica degli infortuni sul lavoro. Seguono i settori delle costruzioni, sanità, commercio e trasporti e magazzinaggio. Inoltre, la provincia di Verona ha il maggior numero di denunce di infortuni, seguita da Vicenza, Padova e altre. Le denunce di infortunio femminili rappresentano una quota significativa del totale, così come quelle dei lavoratori stranieri e dei giovani sotto i 14 anni.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Verona Tomorrow